Indietro
menu
cimitero civico e forese

Edilizia cimiteriale a Rimini: il punto sugli interventi

In foto: il cimitero di Rimini
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
ven 28 ott 2022 11:55 ~ ultimo agg. 11:55
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Con l’approssimarsi della ricorrenza dei Defunti l’Amministrazione Comunale di Rimini fa il punto sugli interventi di riqualificazione dei luoghi di culto: dal cimitero civico agli altri 11 cimiteri presenti nel territorio comunale.

Un programma di lavori ordinari e straordinari con interventi specifici, definiti a seconda delle esigenze emerse sopralluoghi eseguiti dai tecnici del Comune. Il programma triennale dei lavori pubblici sui luoghi di culto cittadini 2022-24 prevede infatti – come per gli anni precedenti, per i cimiteri del forese e per il cimitero civico – riqualificazioni diversificate che in alcuni casi sono già state eseguite, in altri sono in corso di esecuzione, oppure in fase di progettazione.

La sintesi degli interventi (a cura dell’Amministrazione Comunale):

Cimitero centrale

Tra i  lavori già ultimati ci sono stati quelli recentemente conclusi al cimitero civico che hanno riguardato i colombari ingresso lato levante, le arcatine ottocentesche lato levante e la cappellina d’angolo del settore grandi arcate lato levante.

Sempre nel cimitero civico inoltre ci sono altri interventi in corso di progettazione che riguardano i fabbricati in cemento armato del settore ovest. Un progetto esecutivo del valore di 150mila euro, che è già predisposto, ma in attesa di alcune specifiche indagini per perfezionamenti strutturali. I progetti da realizzare nel cimitero centrale in particolare riguarderanno i lavori di consolidamento dei solai nel settore nord, per il fabbricato perimetrale lato levante ed infine nei fabbricati in cemento armato del settore ovest.

Cimiteri del forese

Per quanto riguarda i restanti cimiteri del territorio comunale, tra gli interventi già ultimati va menzionato quello del cimitero di Santa Aquilina dove sono state rifatte le mura di cinta, il consolidamento del terreno di fronte ai loculi e alla chiesetta e la porzione di lastrico solare davanti ai loculi di valle.
In corso di esecuzione invece sono i lavori previsti al cimitero di San Lorenzo in Correggiano dove si sta eseguendo il restauro dei colombari a lato della chiesetta oltre al rifacimento dell’impianto elettrico.

Sono previsti altri interventi, secondo le necessità rilevate dai tecnici per i seguenti luoghi di culto:

  • Corpolò, dove è necessario un intervento di ripristino delle facciate e delle coperture, il rifacimento dell’impianto elettrico, oltre al ripristino dei percorsi pedonali il muro di cinta;
  • Santa Aquilina, per un intervento di consolidamento dei fabbricati adibiti a loculi dell’impianto storico;
  • Santa Cristina dove è previsto un intervento di consolidamento e restauro dei colombari, della chiesetta e della mura di cinta;
  • San Lorenzo a Monte per un intervento di restauro dei fabbricati disposti a semicerchio intorno alla chiesetta con ripristino delle facciate, delle coperture e dei percorsi pedonali attigui ai colombari;
  • San Lorenzo in Correggiano per un intervento di ripristino del controsoffitto ed eventuale sostituzione di elementi lignei portanti della copertura della chiesetta;
  • Santa Maria in Cerreto dove è previsto un intervento di ripristino delle facciate e delle coperture ed il rifacimento dell’impianto elettrico, oltre ai percorsi pedonali che necessitano di un ripristino del manto in asfalto;
  • San Martino Montelabbate per una intervento di riqualificazione dei colombari, dell’impianto elettrico e dei vialetti asfaltati;
  • San Vito  dove è previsto un intervento di ripristino della funzionalità dei tratti degradati dei marciapiedi attigui ai colombari storici e dei fabbricati relativi all’ampliamento.

I progetti di fattibilità tecnico economica, predisposti nel triennio 2022-24,  avranno un investimento complessivo di 200 mila euro per ciascun annoUn piano di interventi a cui vanno aggiunti anche i 600 mila euro previsti per la costruzione di nuovi ossari nel cimitero centrale, recentemente stanziati con l’ultima variazione di bilancio. La  costruzione di ossari poi è stata prevista nel 2023, con un investimento simile (circa 600 mila euro) anche per tutti gli altri  cimiteri del territorio comunale.

“Abbiamo definito un piano specifico di manutenzioni ordinarie e straordinarie – ha dichiarato l’assessore ai lavori pubblici Mattia Morolli mirato su interventi necessari, perché riteniamo che la  riqualificazione dei luoghi di culto sia un ambito importante su cui continuare a porre molta attenzione. Un impegno che rientra negli obiettivi di questa amministrazione per dare risposte adeguate alle esigenze dei cittadini, nella consapevolezza che la cura dei luoghi del ricordo e della memoria, dove riposano i nostri cari, siano luoghi importanti per la vita di un’intera comunità. Un’attenzione particolare che abbiamo voluto concentrare non soltanto sul cimitero centrale ma anche in tutti gli altri 11  cimiteri del territorio dove sono previsti oltre ai tanti lavori di riqualificazione anche la costruzione di nuovi ossari per dare una risposta anche a chi perde il proprio caro e desidera fare la scelta della cremazione.”