Indietro
menu
oltre ai defibrillatori

Dall'associazione 'Il Cuore di Luca Petitti' una borsa di studio a liceale riminese

In foto: la consegna
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
sab 15 ott 2022 11:18
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

A tre anni dalla tragica scomparsa del riminese Luca Petitti, deceduto a soli 28 anni, continua l’impegno dell’associazione di volontariato “Il Cuore di Luca Petitti Odv”, costituita dai famigliari e dagli amici di Luca con lo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema della prevenzione, di raccogliere fondi per l’acquisto di defibrillatori e devolvere borse di studio a favore degli studenti.

L’associazione sta continuando a sviluppare il progetto di sensibilizzazione per gli studenti delle scuole primarie e secondarie riguardante il primo soccorso; dopo aver donato due defibrillatori di ultima generazione al liceo scientifico ‘A. Einstein’ e alle scuole primarie ‘Toti’ di Rimini, i rappresentanti dell’associazione, per il secondo anno consecutivo, hanno consegnato questa mattina una borsa di studio: a riceverla Tommaso Cappelli, alunno del liceo ‘Einstein’ di Rimini.

Uno degli scopi dell’associazione è valorizzare la volontà di imparare dei giovani meritevoli “affinché credere nelle proprie capacità, nella forza delle proprie scelte, possa difendere valori come impegno e coerenza, per creare le premesse per un avvenire migliore”.