Indietro
menu
Icaro tv

Agrinet4Education: anche quest'anno prende avvio il progetto europeo di Icaro sulla sostenibilità

di Francesca Magnoni   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
lun 31 ott 2022 08:56 ~ ultimo agg. 14:58
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Con il cofinanziamento dell’Unione europea, anche nell’anno 2022/2023, Icaro e tutto il suo staff di esperti della comunicazione torna ad occuparsi di agricoltura e sostenibilità con il nuovo progetto nazionale televisivo, radiofonico e web “Agrinet4Education” (GA Nr.101080055): una iniziativa di respiro internazionale nell’ambito della Politica Agricola Comunitaria (PAC), che promuove l’informazione sui temi dell’agricoltura sostenibile, della sana alimentazione, del corretto uso delle risorse naturali, dell’innovazione tecnologica e della lotta ai cambiamenti climatici.

Cofinanziato dall’Unione europea

Le opinioni espresse appartengono tuttavia al solo o ai soli autori e non riflettono necessariamente le opinioni dell’Unione europea.  Né l’Unione europea né l’amministrazione erogatrice possono esserne ritenute responsabili

Che cos’è Agrinet4Education

  • un programma tv in 9 puntate  con le storie di imprenditori agricoli sostenibili in onda dal 2023 su TV2000, su Icaro TV e sulle emittenti del circuito CORALLO,
  • un programma radiofonico in 9 puntate e podcast per raccontare esperienze di consumo sostenibile in onda dal 2023 sul network di radio web universitarie Raduni, su Radio Icaro e sulle emittenti del circuito CORALLO,
  • un toolkit per la scuola primaria e secondaria di primo grado con una serie di materiali didattici e risorse per assistere gli insegnanti sugli obiettivi della PAC, dei cambiamenti climatici, della sostenibilità, biodiversità con una attenzione specifica alla figura dell’agricoltore e al suo attuale contesto rurale. Tutto il materiale sarà fruibile dal sito web www.agri-net.it in una sezione dedicata.

I partner di Agrinet4Education

Agrinet4Education si basa su una partnership a vari livelli per la realizzazione di tutte le azioni del progetto:
– Iniziative Editoriali Srl, titolare anche di Icaro TV, coordinatore generale del progetto e produttore del programma televisivo in collaborazione con RETE BLU SpA-TV2000,
– Cooperativa Comunità Aperta arl – Radio Icaro per la produzione radiofonica in collaborazione con l’associazione di radio universitarie RadUni,
– l’Associazione di radio e tv locali Corallo per la diffusione dei programmi radio e tv,
– il Centro per l’educazione ai media Zaffiria di Rimini e Acli Arte e Spettacolo al lavoro per tutta la parte didattica rivolta ai più piccoli con giochi, testi, cartoon e videogiochi,
– l’Università Iuav di Venezia, Confagricoltura e I.Di.Med., l’Istituto per la promozione e valorizzazione della Dieta Mediterranea, per la consulenza scientifica e la ricerca delle storie da raccontare,
– l’Istituto Comprensivo Giulio Cesare di Savignano sul Rubicone per il test pilota relativo agli strumenti didattici messi in campo dal progetto prima delle loro diffusione nazionale.
E per i più piccini ci sarà una piccola partecipazione di “PACO“, un agricoltore innovativo nato dalla fervida immaginazione di Patricio Castillo nell’ambito del progetto  di inclusione sociale “InSegni Apprendi”

Gli obiettivi di Agrinet4Education

Il progetto, che avrà durata annuale, cercherà di fare azione di divulgazione e sensibilizzazione, grazie ai vari strumenti messi in campo, sui 10 obiettivi chiave della PAC:

  • garantire un reddito equo agli agricoltori
  • aumentare la competitività
  • migliorare la posizione degli agricoltori nella filiera alimentare
  • agire per contrastare i cambiamenti climatici
  • tutelare l’ambiente
  • salvaguardare il paesaggio e la biodiversità
  • sostenere il ricambio generazionale
  • sviluppare aree rurali dinamiche
  • proteggere la qualità dell’alimentazione e della salute
  • promuovere le conoscenze e l’innovazione

Tutte le novità e aggiornamenti sul progetto saranno sempre annotate sulle pagine social: Facebook e Instagram

Meteo Rimini
booked.net
]