Indietro
mercoledì 5 ottobre 2022
menu
Gli arbitri di domenica

Scatta il campionato di Serie D: il regolamento di Play Off e Play Out

di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 7 minuti
ven 2 set 2022 22:24
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 7 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Si accendono i riflettori sul proscenio della Serie D, il quarto campionato del sistema calcio nazionale, la punta di diamante dello sconfinato universo della Lega Nazionale Dilettanti, la porta d’ingresso al professionismo. Anche per la stagione 2022/2023 la Serie D si conferma il Campionato D’Italia che abbraccia tutta la penisola. 166 squadre che rappresentano il calcio in ogni angolo del Paese, da nord a sud, da est a ovest, isole comprese, il terreno ideale per vivere le sfide genuine dei tanti campanili che animano il nostro paese.
Un campionato unico ed affascinante, punteggiato da tanti derby e sfide tra realtà diverse, che mette a confronto città dalle grandi tradizioni calcistiche pronte a rilanciarsi e piccoli centri animati da passione e spirito di sacrificio.
La Serie D vive di confronti emozionanti e mai scontati, in grado di regalare quelle favole calcistiche che tanto fanno innamorare gli appassionati di questo sport.
Con questo spirito le squadre scenderanno in campo domenica 4 settembre alle 15.00 per giocare le sfide della 1^ Giornata ad eccezione del Girone I. Partenza anticipata a sabato allo stesso orario per sei squadre.

Anticipi
Sabato 3 settembre si giocano tre anticipi, Sangiovannese-Ostiamare (E) alle 15.00 sul campo “Astori” di Rignano sull’Arno (FI), alle 15.30 Orvietana-Arezzo (E) e alle 16.00 Chieri-Pontdonnaz (A).

Variazioni di orario
Alle 15.30 prende il via Molfetta-Matera (H), alle 16.00 Fezzanese-Castanese (A), Pomezia-Cassino (G), Fasano-Lavello e Gravina-Nocerina (H), alle 17.00 Atletico Uri-Ilvamaddalena (G).

Cambio di campo
La partita del Girone F Montegiorgio-Sambenedettese si giocherà allo stadio comunale di Civitanova Marche (Mc).

A porte chiuse
Pomezia-Cassino (G) si disputa a porte chiuse per motivi di pubblica sicurezza riguardanti l’impianto della società ospitante.

Coppa Italia
Sempre domenica 4 settembre alle 16.00 si gioca la partita del 1^ turno di Coppa Italia Santa Maria Cilento-Fc Lamezia. In caso di parità al termine dei tempi regolamentari saranno i tiri di rigore a sancire la squadra vincente.

Live streaming: le indicazioni per i club
Il Dipartimento Interregionale concede facoltà ad ogni singola società della diffusione – anche a pagamento – delle eventuali dirette trasmesse live streaming in occasione di gare interne ufficiali della stagione sportiva 2022/2023, esclusivamente sui propri canali social ufficiali.
È espressamente vietata ogni altra modalità di trasmissione diversa da quella sopra indicata, in modo particolare il ricorso a piattaforme esterne a quelle dei canali social ufficiali delle singole Società inoltre non sono consentite, a nessun titolo, interconnessioni con operatori della comunicazione.
Non sarà consentita la trasmissione delle gare di cui sopra in modalità live streaming nell’ipotesi di acquisto della singola gara da parte di emittenti accreditate ed autorizzate ovvero di acquisto di uno dei pacchetti previsti per i diritti audio-video del Campionato Serie D ovvero delle gare trasmesse a seguito di eventuale accordo tra la L.N.D. e emittenti nazionali qualificate.
Per maggiori info consulta il regolamento QUI

Le designazioni arbitrali

Girone A
Bra-Legnano (Ferdinando Emanuel Toro di Catania), Casale-Castellanzese (Umberto Spedale di Palermo), Chieri-Pontdonnaz (Gianluca Li Vigni di Palermo), Fezzanese-Castanese (Duccio Mancini di Pistoia), Fossano-Borgosesia (Matteo Moncalvo di Collegno), Gozzano-Pinerolo (Salvatore Marco Testaì di Catania), Ligorna-Chisola (Cosimo Papi di Prato), Sestri Levante-Sanremese (Alberto Quarà di Nichelino), Stresa-Asti (Paolo Isoardi di Cuneo), Vado-Derthona (Filippo Colaninno di Nola).

Girone B
Arconatese-Seregno (Carlo Esposito di Napoli), Breno-Real Calepina (Mario Picardi di Viareggio), Brusaporto-Casatese (Fabrizio Arcidiacono di Acireale), Desenzano Calvina-Chievo Sona (Daniele Cravotta di Città di Castello), Caronnese-Virtus Ciseranobergamo (Davida Albano di Venezia), Varese-Alcione (Claudio Giuseppe Allegretta di Molfetta), Folgore Caratese-Lumezzane (Andrea Migliorini di Ravenna), Ponte San Pietro-Sporting Franciacorta (Gabriele Cortale di Locri), Villa Valle-Varesina (Michele Criscuolo di Torre Annunziata).

Girone C
Mestre-Torviscosa (Michele Coppola di Castellammare di Stabia), Caldiero Terme-Portogruaro (Mattia Rodighiero di Vicenza), Campodarsego-Cartigliano (Andrea Bortolussi di Nichelino), Cjarlins Muzane-Union Clodiense (Andrea Paccagnella di Bologna), Dolomiti Bellunesi-Villafranca Veronese (Federico Muccignato di Pordenone), Este-Adriese (Vincenzo D’Ambrosio Giordano di Collegno), Legnago-Montebelluna (Stefan Arnaut di Padova), Levico-Luparense (Matteo Santinelli di Bergamo), Virtus Bolzano-Montecchio Maggiore (Marco Zini di Udine).

Girone D
Carpi-Mezzolara (Alessandro Silvestri di Roma 1), Bagnolese-Sant’Angelo (Enrico Eremitaggio di Ancona), Corticella-Sammaurese (Giuseppe Morello di Tivoli), Fanfulla-Crema (Mattia Drigo di Portogruaro), Forlì-Salsomaggiore (Riccardo Boiani di Pesaro), Giana Erminio-Correggese (Vittorio Emanuele Teghille di Collegno), Lentigione-Scandicci (Maksym Frasynyak di Gallarate) [differita TRMedia], Pistoiese-United Riccione (Stefano Raineri di Como), Ravenna-Prato (Adam Collier di Gallarate) [differita Tv Prato], Real Forte Querceta-Aglianese (Andrea Mazzer di Conegliano).

Girone E
Flaminia-Livorno (Luca Tagliente di Brindisi) [diretta Granducato Tv], Follonica Gavorrano-Tau (Mattia Mirri di Savona), Ghiviborgo-Ponsacco (Marco Di Loreto di Terni), Orvietana-Arezzo (Silvio Torreggiani di Civitavecchia) [diretta Teletruria], Poggibonsi-Grosseto (Alberto Poli di Verona), Sangiovannese-Ostiamare (Omar Abou El Ella di Milano), Seravezza-Tiferno (Alessandro Gresia di Piacenza), Sporting Trestina-Pianese (Federico Tassano di Chiavari), Terranuova Traiana-Montespaccato (Vincenzo Marra di Agropoli).

Girone F
Chieti-Vastogirardi (Alessandro Recchia di Brindisi)[differita Telemax], Cynthialbalonga-Vigor Senigallia (Vincenzo Hamza Riahi di Lovere), Montegiorgio-Sambenedettese (Cristiano Ursini di Pescara), Pineto-Termoli (Simone Gavini di Aprilia), Porto D’Ascoli-Avezzano (Carlo Palumbo di Bari), Notaresco-Matese (Marco Ferrara di Roma 2), Nuova Florida-Alma Juventus Fano (Mattia Maresca di Napoli), Tolentino-Vastese (Costantinto Cardella di Torre del Greco), Trastevere-Roma City (Gerardo Simone Caruso di Viterbo).

Girone G
Arzachena-Sarrabus Ogliastra (Andrea Giordani di Aprilia), Atletico Uri-Ilvamaddalena (Stefano Re Depaolini di Legnano), Casertana-Nola (Andrea Zoppi di Firenze), Pomezia-Cassino (Andrea Terribile di Bassano del Grappa), Portici-Palmese (Riccardo Tropiano di Bari), Real Monterotondo-Sorrento (Mattia Nigro di Prato), Tivoli-Lupa Frascati (Domenico Petraglione di Termoli), Angri-Aprilia (Loris Graziano di Rossano), Vis Artena-Paganese (Davide Galiffi di Alghero).

Girone H
Bitonto-Afragolese (Vito Guerra di Venosa), Cavese-Altamura (Michele Maccorin di Pordenone), Fasano-Lavello (Antonio Liotta di Castellammare di Stabia), Francavilla-Brindisi (Raffaele Gallo di Castellammare di Stabia), Gladiator-Barletta (Flavio Fantozzi di Civitavecchia), Gravina-Nocerina (Felipe Salvatore Viapiana di Catanzaro), Martina Franca-Casarano (Antonio Monesi di Cremona), Molfetta-Matera Grumentum (Marco Schmid di Rovereto), Nardò-Puteolana (Giuseppe Lascaro di Matera).

Serie D: L’undicesima stagione del Progetto “Giovani D valore”
Il regolamento dell’iniziativa che premia le società più virtuose nell’utilizzo degli juniores

Per l’undicesimo anno consecutivo il Dipartimento Interregionale, grazie al sostegno della Lega Nazionale Dilettanti, conferma lo stanziamento di risorse economiche per le società che sceglieranno la linea verde, utilizzando il maggior numero di giovani calciatori.
Un progetto fondamentale per il calcio italiano realizzato grazie all’impegno del Dipartimento Interregionale e alla lungimiranza delle società, un’iniziativa che da più di due lustri aiuta a far emergere i giovani talenti della Serie D, la benzina verde del calcio nazionale.
Da più di sedici anni il Dipartimento Interregionale ha puntato sui quattro under 19 in campo, da undici stagioni, grazie all’iniziativa “Giovani D Valore”, riconosce delle importanti risorse economiche alle società che schierano sul terreno di gioco più calciatori della fascia juniores rispetto alla quota obbligatoria. Pioniere nella promozione dell’utilizzo dei giovani, il Dipartimento, in tempi non sospetti, ha lavorato per riservare un futuro solido alle società della Serie D che hanno risposto con intelligenza alle sollecitazioni istituzionali. Grazie a queste iniziative i sodalizi hanno valorizzato il proprio settore giovanile dimostrando lungimiranza e contenendo i costi di gestione. Un trend graduale ma esponenziale che ha coinciso con i risultati sportivi. Non è raro osservare in testa alla classifica finale dei “Giovani D Valore” squadre che hanno sfiorato la promozione in C. Questi risultati non si ottengono per caso ma con programmazione, ciò che era una regola imposta ora è diventata una consuetudine per tutto il movimento.

Anche per il campionato 2022/2023, la LND destinerà un plafond di 450.000 euro, 50.000 per ogni girone, ai club che dalla prima alla ventottesima giornata avranno schierato maggiormente in campo calciatori, italiani, comunitari ed extracomunitari, purché tesserati a titolo definitivo o temporaneo da società della LND dall’inizio di ogni gara e fino alla conclusione del primo tempo, oltre ai quattro under già previsti dal regolamento. Si tratta dei giocatori delle classi 2002, 2003, 2004, 2005, 2006 e 2007. Non saranno conteggiati i calciatori tesserati a titolo temporaneo da società Professionistiche e giocatori che, pur essendo nati negli anni d’interesse siano subentrati nel corso di ogni gara.
Per ognuno di questi giovani (con maggior attenzione a quelli provenienti dai vivai) sarà assegnato un punteggio che genererà a fine anno una speciale classifica: le prime tre squadre di ogni girone riceveranno rispettivamente 25.000, 15.000 e 10.000 euro.
Alle società che svolgono l’intera attività di Settore Giovanile verrà riconosciuto un bonus pari al 10% dei punti totalizzati. Non riceveranno il premio i sodalizi che non partecipano al campionato juniores o che si ritireranno durante la stagione ed i club retrocessi a fine campionato.

Clicca QUI per consultare il regolamento

Serie D: Il Regolamento dei Play Off e dei Play Out

PLAY OFF

Stabilito il regolamento per la stagione 2022/2023 riguardante i Play Off della Serie D. Il Dipartimento Interregionale della Lega Nazionale Dilettanti, riguardo la programmazione della fase post campionato, per l’ottava stagione consecutiva conferma il regolamento Play Off organizzato in due turni.

Partecipano alla prima fase (semifinali di girone) le società classificatesi al 2°, 3°, 4° e 5° posto in ognuno dei 9 gironi del campionato di serie D. Le quattro squadre interessate si affronteranno in gara unica e la squadra di casa sarà quella con il miglior piazzamento quindi 2^ vs 5^ e 3^ vs 4^. In caso di parità al termine dei tempi regolamentari, saranno effettuati i tempi supplementari; persistendo la parità accederà alla fase successiva, la società meglio classificata al termine del campionato.
In caso di parità di punti in classifica al termine della stagione regolare tra squadre occupanti le posizioni indicate, si terrà conto degli scontri diretti ed in caso di ulteriore parità, nell’ordine: della differenza reti nel confronto, della differenza reti generale, del numero di reti segnate in campionato, del miglior piazzamento in Coppa Disciplina ed in ultima istanza, il sorteggio.

Seconda fase (finali girone) – Le vincenti si incontreranno a loro volta, sempre in gara unica con la squadra di casa individuata dal miglior piazzamento ottenuto in campionato. Anche in questo turno, in caso di parità al termine dei tempi regolamentari, si procederà con i tempi supplementari. Se il pareggio persiste supera il turno sempre la squadra con il miglior piazzamento ottenuto al termine della stagione.
Per conoscere tutti i dettagli consulta il Comunicato Ufficiale N° 12

PLAY OUT

Confermati gli scontri diretti per sancire retrocessioni e salvezze
Le squadre classificate al 19^ e 20^ posto nei gironi A e D, al 17^ e 18^ negli altri gironi retrocedono direttamente in Eccellenza.
Nel caso due o più squadre occupino al termine del campionato il penultimo posto, tre o più sodalizi l’ultima posizione, dopo che la classifica avulsa individuerà le migliori due, saranno gli spareggi (gare uniche in campo neutro) a determinare le squadre retrocesse o partecipanti ai Play Out secondo le specifiche riportate nel C.U. N^ 13.
Se due o più squadre al termine del Campionato occupano il 13^ posto (15^ per i gironi A e D) per determinare la squadra che parteciperà al Play Out si terrà conto dei punti conquistati negli scontri diretti, della differenza reti negli stessi incontri, della differenza reti in Campionato, del maggior numero di gol segnati in Campionato e infine del sorteggio.

Per i singoli Play Out confermati gli scontri diretti in gare di sola andata in casa della squadra meglio piazzata secondo il seguente schema:

Gironi A e D
15^ vs 18^
16^ vs 17^

Gironi B, C, E, F, G e H
13^ vs 16^
14^ vs 15^

Chi perde retrocede in Eccellenza, chi vince si salva. In caso di parità al termine dei tempi regolamentari verranno disputati i supplementari, persistendo la parità retrocederanno le squadre peggior classificate al termine della stagione regolare.
Le squadre classificate al 16^ e 15^ posto dei gironi B, C, E, F, G e H sono retrocesse direttamente se il distacco rispettivamente dalla 13^ e 14^ è pari o superiore a otto punti. Stesso discorso nell’A e D se il distacco della 18^ e 17^ rispettivamente dalla 15^ e 16^ è pari o superiore a otto punti.
Per tutte le specifiche regolamentari consultare il Comunicato Ufficiale N^ 13