Indietro
menu
23° edizione

Rimini diventa 'Lucky Town' per i Glory Days dedicati a Springsteen

In foto: la locandina
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
dom 11 set 2022 08:26 ~ ultimo agg. 7 set 14:32
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email
 Dal 22 al 25 settembre tornano a Rimini, per la 23a volta, i Glory Days, l’annuale evento dedicato ai fans di Bruce Springsteen e del rock, in una edizione speciale che prenderà il nome da un album di Springsteen del 1992 “Lucky town”.

Quest’anno l’ospite speciale sarà Willie Nile, rocker americano classe 1948, già collaboratore di Bruce Springsteen e di tanti altri come Patti Smith, Jeff Buckley, Little Steven, The Who, autore di album come “Golden down”, lo splendido esordio omonimo e “The streets of New York” definito da Rolling Stone magazine “uno dei migliori album di musica americana degli ultimi anni”.

Inoltre saranno presenti da Asbury Park New Jersey James Dalton, il rocker francese Mike Noegraf, Massimo Cotto storica voce di Virgin Radio e Rai stereonotte, la rilettura di Springsteen blues di Mauro Ferrarese, l’incredibile voce soul di Graziano Romani, il giovane e promettente Leo Meconi, la storica band di Ligabue composta da Mel Previte, Antonio “Rigo” Righetti e Robby Pellati, il songwriter Daniele Tenca, il folk di Ellen River, le Backstreets di Lele Guerra, il rock di Carlo Ozzella, il songwriting di Lorenzo Semprini e tanti altri.

Tra gli eventi, la mostra fotografica di Maurizio Cavallari “Bruce Springsteen: born to run around the world”, che dal 15 settembre presso l’Ala moderna del Museo della città aprirà i propri archivi fotografici inediti, partendo da un concerto di Lione 1981 fino ad arrivare ad altre foto più recenti riguardanti i concerti di Springsteen; l’appuntamento del sabato pomeriggio con lo storytelling di Massimo Cotto “Tunnel of love: camminare come un uomo”, un momento di parole, aneddoti e racconti sulla fase più “oscura” del rocker americano.

L’evento, organizzato dalla Associazione Nebraska, si snoderà in vari luoghi della città (programma completo sul sito: www.glorydaysinrimini.net) come Hobo’s, GraDella, Rose & Crown, Museo della città, fino alla Arena Francesca da Rimini, di fianco a Castel Sismondo, per i due concerti principali di venerdì 23 (in occasione del 73° compleanno di Bruce Springsteen) e sabato 24 che culminerà con il set dedicato alle canzoni di Bruce Springsteen con particolare attenzione a 3 album che compiono rispettivamente 30 e 20 anni di pubblicazione come “Lucky town”, “Human touch” ed il fenomenale “The rising”.

Il festival musicale, molto conosciuto ed apprezzato anche all’estero, torna per la 23a volta dopo aver ospitato negli anni artisti come: Joe D’Urso, Elliott Murphy, Vini Lopez, Dan Baird, Vinicio Capossela, Hans Ludvigsson, The leading guy, Federico Mecozzi, Cheap Wine, Michael McDermott (fresco della targa Tenco 2022), Luca De Gennaro (Radio Capital), Riccardo Maffoni e sarà anche l’occasione per festeggiare il compleanno di Springsteen ed il tour che nel 2023 toccherà anche l’Italia.

Un festival nato per i fans di Bruce ma che negli anni è diventato un momento importante per tutti coloro che amano la musica suonata dal vivo. L’evento è sostenuto dal Comune di Rimini e Regione Emilia Romagna.

www.glorydaysinrimini.net