Indietro
sabato 1 ottobre 2022
menu
Campionato Sammarinese

Juvenes-Dogana, Zonzini risponde a Merli: è 1-1 contro il Domagnano

In foto: (@FSGC)
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
sab 10 set 2022 23:20
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Un’occasione sciupata a tempo quasi scaduto costringe la Juvenes-Dogana al pareggio contro il Domagnano, nel secondo turno di campionato. Allo stadio di Domagnano finisce 1-1 tra i biancorossoblù e i giallorossi, con la squadra di Serravalle che va in vantaggio al 48′, ancora una volta grazie a Davide Merli, e viene raggiunta all’84’ da Kevin Zonzini, su calcio d’angolo. In classifica, la Juvenes-Dogana sale a quattro punti, rimanendo imbattuta dopo due turni di campionato.

Al di fuori di un goal segnato dal Domagnano nei secondi iniziali e poi annullato per un fuorigioco, le emozioni si concentrano tutte nella ripresa, dopo una prima frazione senza grandi occasioni, in cui il possesso palla, lato Juvenes-Dogana, e varie sfuriate offensive, lato giallorosso, non portano a nulla. Nella ripresa, gli uomini di Manuel Amati partono subito forte: il solito Merli, più volte raddoppiato o triplicato, si libera dalla marcatura, finta il tiro, arriva al limite e trafigge Davide Colonna, che non riesce a trattenere, ed è 1-0. Terzo goal per lui in campionato, dopo i due segnati all’esordio. La squadra di Serravalle prosegue con le azioni offensive e, nonostante la partita resti un po’ in stallo, crea due occasioni per chiuderla, prima con Stella, poi colpendo una traversa su un cross, ma non trova il raddoppio. Da lì, la Juvenes-Dogana comincia ad abbassarsi e il Domagnano prende campo, costringendo due volte Fabio Gentilini al miracolo. In particolare, al 33′ della ripresa il portiere biancorossoblù compie una gran
parata su tiro molto forte di Eric Fedeli, salvando il punteggio. Dopo aver fallito un’altra occasione, il Domagnano pareggia: al 39′, su calcio d’angolo dalla destra la difesa si perde una marcatura, Gentilini non esce benissimo e Zonzini, di destro, fa 1-1. Incassato il colpo, la Juvenes-Dogana avrebbe anche due opportunità per riportarsi in vantaggio, ma Francesco Stella non riesce a sfruttarle, sfiorando anche il palo proprio all’ultimo secondo di recupero.

“Nel primo tempo è stato un dominio un po’ sterile: avevamo spesso la palla tra i piedi ma non ci siamo mai alzati in maniera pericolosa e negli ultimi metri non c’erano mai abbastanza uomini per concludere, quindi abbiamo creato pochi pericoli – spiega Amati -. In più abbiamo sbagliato alcune rifiniture decisive per mandare l’uomo in porta con l’ultimo passaggio. Nel secondo tempo abbiamo segnato subito e poi abbiamo avuto alcune altre occasioni, ma dopo ci siamo abbassati troppo, concedendo un goal su calcio d’angolo come non lo si dovrebbe prendere, perdendo una marcatura facile. Rimane il rammarico di non aver chiuso la partita con Stella, proprio all’ultimo secondo, su una bella ripartenza da loro calcio d’angolo. Però, come ho già detto, la squadra è in gran parte nuova e ai processi serve tempo per completarsi: sei punti ci avrebbero fatto lavorare meglio, ma quattro li accettiamo”.