Indietro
sabato 24 settembre 2022
menu
Campionato Sammarinese

Il S. Giovanni cerca il riscatto contro la Cosmos. Mister Tognacci suona la carica

In foto: Marco Tognacci
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
sab 10 set 2022 10:53 ~ ultimo agg. 10:54
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Parola d’ordine riscatto. Non è partito certo con il piede giusto il campionato 2022-23 del San Giovanni, il 4-0 subito dal Pennarossa è ancora fresco ma mister Marco Tognacci non perde certo la fiducia. Anzi. I suoi ragazzi sono subito chiamati a un’altra prova durissima contro quella Cosmos accreditata fra le candidate alla vittoria finale e dall’esordio invece roboante (4-1 al Murata), ma il tecnico è convinto che la sua squadra risponderà presente a un appuntamento così tosto.

Mister, si aspettava una prima tanto negativa? Cosa è mancato domenica scorsa?
“Non me lo aspettavo certo così, almeno in termini di risultato: il Pennarossa è un’ottima squadra e ci sta anche perdere, ma così no. Sembra paradossale ma a livello di gioco non abbiamo demeritato, abbiamo pagato una giornata negativa in cui ci siamo in pratica fatti i primi due gol e da quel momento è cambiato veramente tutto ed è stato tutto in salita”.

Come hanno reagito i suoi ragazzi in settimana?
“Quel 4-0 un po’ ci ha scosso, perché non ce lo aspettavamo un inizio così negativo, ma di sicuro è stato utile a capire che bisogna darci dentro sempre al massimo per fare risultato. È meglio sia arrivata subito la sveglia, anche perché domani ci aspetta una sfida con una delle corazzate del campionato e per metterci alla prova ben venga la Cosmos”.

Situazione del gruppo? Infermeria?
“A parte Serafini, che sta recuperando da uno strappo subito a fine preparazione ci siamo praticamente tutti. È tornato venerdì anche Greppi dalla vacanza e dalla prossima gara speriamo di essere davvero al completo”.

È al secondo anno alla guida del San Giovanni, obiettivi?
“Prima di tutto diventare squadra: abbiamo cambiato dieci giocatori, messo dentro tanti giovani e allargato la rosa dei possibili titolari. Dobbiamo trovare la nostra identità, poi mi aspetto un campionato almeno sulla falsariga di quello scorso, se non ancora migliore”.

Un’ultima curiosità, che campionato si aspetta?
“La prima giornata è sempre particolare, ho visto tantissimi gol e risultati roboanti: di certo ci sono quattro-cinque squadre un po’ fuori categoria, mi piacerebbe ci fosse equilibrio come lo scorso anno e spero che tutto questo divario fra il gruppo di testa e il resto non sia troppo pronunciato”.

Altre notizie
di Icaro Sport
di Roberto Bonfantini
di Icaro Sport
FOTO