Indietro
menu
aggressore arrestato

Gli nega una sigaretta e viene inseguito con un coltello, costretto a rifugiarsi in auto

In foto: alcuni controlli della polizia a Bellariva (repertorio)
di Lamberto Abbati   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
lun 19 set 2022 14:37 ~ ultimo agg. 20 set 09:59
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Si è rifiutato di dargli una sigaretta scatenando così la reazione violenta di un marocchino, che ha estratto un coltello e lo ha minacciato di morte.

L’inquietante episodio risale al tardo pomeriggio di venerdì e si è consumato in piazzale Gondar a Bellariva. E’ lì che un cittadino, verso le 18.40, è stato aggredito. L’uomo, che stava raggiungendo la sua auto a piedi, è stato avvicinato da un nordafricano che con insistenza gli ha chiesto una sigaretta. Davanti al no del passante, il marocchino ha iniziato a urlargli contro e a insultarlo. Il cittadino, spaventato, ha allungato il passo, ma lo straniero l’ha inseguito e minacciato di morte. Poi, all’improvviso, ha estratto un coltello.

L’uomo è corso via e ha raggiunto la propria auto barricandosi dentro. Il nordafricano per fargliela pagare ha colpito più volte la vettura con il coltello, danneggiando la portiera e lo specchietto. E’ stata la polizia, giunta tempestivamente sul posto con una Volante su richiesta del cittadino assediato, ad arrestare il marocchino, poco distante dal luogo dell’aggressione, per tentata rapina aggravata. Su disposizione del magistrato turno, il nordafricano è stato condotto in carcere.