Indietro
giovedì 29 settembre 2022
menu
Calcio B Femminile

ACF Arezzo-San Marino Academy 2-1

In foto: ©SMAcademy
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
dom 18 set 2022 18:45
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Serie B femminile 2022-23, 1° giornata | ACF Arezzo-San Marino Academy 2-1

IL TABELLINO
ACF AREZZO [4-3-3]: Sacchi; Tuteri, Soro, Binazzi, Costantino; Razzolini, Vicchiarello, Verdi (dal 57’ Paganini); Cortesi (dal 57’ Zazzera), Ceccarelli (dal 62’ Gnisci), Bassano (dall’81’ Lorieri). A disposizione: D’Alessandro, Fortunati, Lulli, Pasquali, Pirriatore. Allenatore: Emiliano Testini.

SAN MARINO ACADEMY [4-3-3]: Montanari; Micciarelli, Montalti, Zito (dal 72’ Gallina), Prinzivalli (dal 46’ Ladu); Bertolotti (dal 46’ Marengoni), Accornero (dal 75’ Tamburini), Brambilla; Abouziane, Barbieri, Papaleo. A disposizione: Olivieri, Larenza, Amaduzzi, Desiati. Allenatore: Giulia Domenichetti.

Arbitro: Domenico Mascolo di Castellammare di Stabia.
Assistenti: Giovanni Fiorucci e Giovanni Fiordi di Gubbio.

Ammonita: Zito.

Reti: 28’ Bassano, 54’ Accornero, 74’ Gnisci.

CRONACA E COMMENTO
Per la prima di campionato Giulia Domenichetti si affida quasi totalmente alla formazione titolare che aveva affrontato in Coppa Italia il Ravenna. L’unica novità è sul lato mancino della difesa, con Prinzivalli scelta al posto di Ladu. L’avvio di gara è blando sia da parte della San Marino Academy che da parte dell’Arezzo.

Il primo tiro in porta arriva al 6’ ed è un destro poco convinto di Verdi dopo un recupero palla avanzato. La San Marino Academy risponde con una bella giocata individuale di Papaleo, che supera Soro con un tacco-tunnel e poi calcia direttamente in porta, nonostante il poco specchio a disposizione: tiro che scuote la rete sì, ma dalla parte esterna. All’11’ brivido per le ospiti, con Soro che prova a risolvere una mischia in area calciando da posizione ravvicinatissima e trovando una barriera di gambe a protezione della porta di Montanari. Dieci minuti dopo, da un’altra punizione per l’Arezzo origina il contropiede biancoazzuro: Papaleo sfrutta tutta la propria velocità per seminare le avversarie sulla fascia mancina, prima di saltare nettamente Tuteri e cercare a centro area Abouziane: la 27 riesce solo a toccare ma non a dare potenza alla sua deviazione, con Sacchi che ringrazia. Intanto l’Arezzo non rinuncia ai suoi propositi di vantaggio. E il gol arriverebbe al 23’ su corner, ma l’arbitro, su segnalazione del secondo assistente, invalida la marcatura di Soro (facile tocco sottoporta) per un fallo di mano. L’esultanza amaranto tarda solo qualche minuto. Al 27’ è Vicchiarello a disegnare l’assist per Bassano, che si infila indisturbata tra le maglie della difesa prima di eludere l’uscita di Montanare e appoggiare in rete. Il gol regala fiducia alle padrone di casa, che tornano pericolose sull’asse Razzolini-Cortesi: la prima inventa per la seconda, che dal lato corto mette una palla tesa per Ceccarelli, anticipata in extremis dalla diagonale profonda e provvidenziale di Micciarelli. L’ultimo squillo del primo tempo arriva nel recupero ed è ancora di marca aretina: Vicchiarello copia-incolla l’assist dell’1-0, stavolta a beneficio di Cortesi, ma la 64 di casa arriva stanca all’appuntamento con il pallone.

Nell’intervallo Domenichetti attinge alla panchina. Subito dentro Ladu per Prinzivalli e Marengoni per Bertolotti, con Abouziane che si abbassa sulla linea delle centrocampiste. È proprio l’italo-marocchina a concludere la prima azione d’attacco dell’Academy: la difesa aretina non libera sul cross di Papaleo e Abouziane carica un destro che si spegne alto sul montante. Nel frattempo, però, l’Arezzo si era fatto pericoloso con Cortesi, il cui mancino dalla distanza aveva sorvolato non di molto l’incrocio dei pali alla destra di Montanari. La San Marino Academy continua a spingere, trovando la rete del pari al 9’: tutto nasce da un cross di Micciarelli che Barbieri prova a prolungare, trovando in realtà una carambola che favorisce l’inserimento di Accornero, il cui destro incrociato è perfetto per festeggiare il pareggio e anche la prima marcatura personale in maglia Academy. L’Arezzo si scuote e comincia a prendere metri. Un paio di occasioni rimaste solo potenziali fanno da preludio a quella, ben più concreta, di metà frazione, quando Bassano salta Micciarelli con un gioco di prestigio e poi apparecchia centralmente per Vicchiarello, che si inserisce coi tempi giusti ma colpisce malissimo con il destro: palla alle stelle. Intanto Domenichetti richiama Zito per Gallina, all’esordio in gara ufficiale. Al 74’ l’Arezzo torna nuovamente avanti. Sono due delle nuove entrate, Zazzera e Gnisci, a costruire la marcatura: la prima inventa per la seconda che taglia alle spalle della difesa, prima di presentarsi davanti a Montanari ed insaccare dopo aver eluso l’uscita del portiere biancoazzurro. A questo punto Domenichetti si gioca il tutto per tutto: dentro un’altra attaccante, Tamburini, per una centrocampista, Accornero. Con il nuovo assetto ultra-offensivo l’Academy sfiora il pari sull’asse Micciarelli-Barbieri: cross profondo del capitano per l’attaccante, che pizzica il pallone di testa mandandolo alto di un soffio. L’ultimissimo segmento di gara, giocato all’arma bianca dalle Titane, porta in dote un’altra spizzicata di Barbieri in area, con Tamburini in ritardo di un nulla sulla palla prima dell’uscita di Sacchi. Inizia dunque in salita il cammino delle Titane, che dopo due trasferte di fila, tra coppa e campionato, faranno ritorno a casa fra una settimana esatta contro l’Hellas Verona.

Ufficio Stampa San Marino Academy