Indietro
menu
trasportato in ospedale

Negoziante preso a calci e pugni per fermare tre giovani ladri

In foto: i poliziotti delle Volanti
di Lamberto Abbati   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mar 16 ago 2022 14:39 ~ ultimo agg. 17 ago 13:55
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Appena si è accorto che stava rubando della merce all’interno del suo minimarket è intervenuto per bloccarlo, scatenando però la reazione violenta del ladro e dei due complici, che lo hanno riempito di calci e pugni per poi scappare.

Rapina violenta ieri sera (lunedì), a Rimini, lungo viale Regina Margherita. I tre giovani, di origine nordafricana, che intorno alle 20 si aggiravano sulla passeggiata dei negozi, hanno deciso di derubare il titolare di un minimarket. Sfruttando un momento di confusione, uno di loro è entrato e ha arraffato dagli scaffali delle bevande e alcuni oggetti. La sua azione non è sfuggita all’occhio attento del proprietario, un uomo di origini bengalesi, che l’ha bloccato intimandogli di restituire la merce rubata.

In soccorso del ladro nordafricano sono accorsi due connazionali che sostavano proprio davanti al negozio. Dopo aver spintonato il negoziante a terra, l’hanno colpito ripetutamente con calci e pugni, incuranti del via vai di persone. Il negoziante, che si è rannicchiato a terra per proteggersi dai colpi, è stato aiutato a rialzarsi da alcuni turisti e commercianti che poi hanno chiamato il 118 e la polizia.

Il terzetto è fuggito a piedi facendo perdere le proprie tracce. Il bengalese, sanguinante e dolorante, è stato medicato sul posto dai sanitari e poi trasferito in pronto soccorso per accertamenti. Le Volanti della polizia nel frattempo, dopo aver raccolto un veloce identikit degli aggressori, hanno perlustrato la zona e attivato le ricerche, che finora non hanno dato esito positivo.