Indietro
menu
Odg in consiglio

Il sostegno alla sanità mette d'accordo tutti in consiglio comunale

In foto: Andrea Bellucci
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
sab 6 ago 2022 10:12
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il consiglio comunale di Rimini ha approvato giovedì all’unanimità (26 favorevoli) l’ordine del giorno presentato dal consigliere della Lista Jamil Andrea Bellucci dedicato al “Sostegno alla sanità pubblica”.

Dopo lo sforzo straordinario messo in campo dal Servizio Sanitario Nazionale per contrastare l’ondata pandemica – scrive Bellucci –, solo in parte il Governo ha garantito queste spese gravose e la Regione Emilia Romagna si è dovuta far carico di un ulteriore impegno finanziario per coprire a queste lacune. Al momento se non si interverrà tempestivamente con risorse certe, questo disavanzo rischia di compromettere la tenuta del Servizio Sanitario Nazionale nei prossimi anni”.

Tenuto conto anche che l’AUSL della Romagna sconta storicamente un finanziamento regionale non coerente con i progetti strategici, la quantità e “qualità” delle prestazioni erogate – prosegue il consigliere -, il Consiglio Comunale chiede a Conferenza Socio-Sanitaria della Romagna, Regione Emilia Romagna e Governo:

Di mettere in campo tutte le azioni necessarie a sostenere finanziariamente la nostra Ausl della Romagna, con una dotazione finanziaria e un organico non più adeguato specialmente nei pronto soccorso.

Inoltre si chiedono azioni per ripristinare tempi congrui sulle visite specialistiche e adottare provvedimenti tempestivi per ristabilire condizioni idonee all’interno dei reparti ospedalieri.

Il tutto, ovviamente, per garantire alla collettività un servizio sanitario adatto e non compromettere la tenuta del Servizio Sanitario Nazionale.

Bellucci conclude evidenziando che “ritrovarsi in Consiglio e fare fronte comune su un tema così complesso ed importante, che riguarda tutti noi e le persone più fragili, è un grandissimo segnale che tutti noi Consiglieri e l’amministrazione comunale diamo verso l’intera comunità“.