Indietro
menu
nuovi rovesci in arrivo

Il conto del maltempo. Grandine a Riccione, interventi in serie per i Vigili del Fuoco

In foto: grandine a Riccione
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 19 ago 2022 10:54 ~ ultimo agg. 19:19
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Come annunciato, giovedì sera il maltempo è arrivato anche sul riminese. La zona più colpita è stata quella di Riccione, dove si è verificata anche un’intensa grandinata che ha danneggiato diverse auto. Nella zona del porto il Rio Melo è uscito dagli argini e l’acqua ha invaso la sede stradale. I Vigili del Fuoco hanno ricevuto una ventina di richieste di intervento in serata e un’altra cinquantina nelle prime ore di oggi, sempre in prevalenza dalla zona di Riccione, per sottopassi e scantinati allagati e piante spezzate. Molti interventi sono ancora in corso.

Una quindicina gli interventi segnalati alla sala radio della Polizia Locale del comune di Rimini, concentrati soprattutto negli orari in cui la pioggia battente ha raggiunto picchi di notevole intensità. Gli agenti della municipale, coadiuvati dagli uomini di Anthea, Hera e della Protezione civile, sono intervenuti per chiudere preventivamente nella notte al traffico veicolare alcuni sottopassi poi riaperti regolarmente intorno alle 5 del mattino. Gli agenti sono poi intervenuti con la squadra dei Vigili del Fuoco in via Santa Cristina in prossimità del civico 116 per la presenza a terra di 2 alberi. Nella stessa zona, strada di San Martino in Venti e Monte Cieco, si è reso necessario l’intervento per rimuovere cavi elettrici caduti sulla sede stradale.

Le precipitazioni piovose cumulate, in particolare nelle ore notturne, sono andate dai 30 ai 55 mm ma con picchi anche superiori. Per oggi sono previste nuove precipitazioni, in particolare nella parte centrale della giornata: la Protezione Civile ha prolungato fino a mezzanotte l’allerta meteo per temporali.

Le previsioni di Arpae.