Indietro
menu
sorpreso sul lungomare

Arrestato mentre ruba monopattino. Negli ultimi due mesi già denunciato 5 volte

In foto: repertorio
di Lamberto Abbati   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mar 9 ago 2022 14:29 ~ ultimo agg. 10 ago 13:35
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Per le forze dell’ordine non era certamente uno sconosciuto dal momento che negli ultimi due mesi e mezzo l’avevano già fermato e denunciato a piede libero cinque volte. Piccoli reati – come inosservanza del foglio di via dalla provincia di Rimini, minacce a pubblico ufficiale, violenza privata – sintomo però di una certa propensione a delinquere. Lunedì sera alla lista ha aggiunto anche il tentato furto aggravato.

Un 33enne di origini pugliesi ma da decenni residente a Rimini, difeso di fiducia dagli avvocati Maria Rivieccio e Luca Montebelli, questa volta è stato arrestato dagli agenti della Squadra giudiziaria della polizia Locale, che l’hanno sorpreso mentre cercava di rubare un monopattino parcheggiato sul lungomare Tintori e chiuso con una catena.

Gli agenti, che stavano pattugliando a piedi i viali di Marina Centro, hanno notato un uomo che armeggiava con delle tronchesi intorno a un monopattino. Così l’hanno bloccato impedendogli di scappare. Alla vista della pattuglia il 33enne ha nascosto l’attrezzo da scasso nello zaino, che però è stato perquisito. All’interno c’era anche una dose di cocaina che gli è valsa la segnalazione in prefettura in qualità di assuntore di sostanze stupefacenti.

Dichiarato in arresto per tentato furto aggravato, questa mattina è comparso in tribunale per essere processato per direttissima. In udienza l’avvocato Montebelli ha chiesto e ottenuto il rito abbreviato. Il giudice ha condannato il 33enne a un anno di reclusione, che però non sconterà in carcere. Infatti gli ha imposto l’obbligo di firma giornaliero nella caserma dei carabinieri di via Destra del Porto.