Indietro
menu
occupazione media all'84%

Agosto altro mese da incorniciare per il turismo, anche se con calo nel finale

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 31 ago 2022 12:07 ~ ultimo agg. 15:45
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Una media di occupazione dell 84%, con picchi vicini al 95%, anche se con una fine mese meno brillante del 2021. Il mese di agosto va a chiudere una estate dai grandi numeri per Rimini e la rivira. A dirlo un primo bilancio stilato da VisitRimini da cui emerge anche che nel mese tipicamente dedicato al turismo nazionale c’è stata anche un’alta percentuale di ospiti stranieri: il 40%, con i turisti tedeschi al top con il 10%.

A differenza dell’estate 2021, che si era avviata sostanzialmente a metà luglio, per chiudersi a fine agosto, l’estate 2022 è iniziata ai primi di maggio con l’Adunata degli Alpini. È poi proseguita con un susseguirsi di eventi fieristici e congressuali, fino a un giugno partito con il buon ponte per la Festa della Repubblica. Poi luglio ha segnato una presenza record di ospiti stranieri, in concomitanza con gli eventi sportivi. A fine agosto si registra una performance lievemente inferiore allo stesso mese dello scorso anno, quando si era registrata la massima concentrazione di ospiti di sempre.

Un’estate in cui sicuramente il meteo favorevole, ha consentito di godere del mare per la quasi totalità delle giornate e che è stata contraddistinta dalle prenotazioni last minute: usanza che sembra essere ormai radicata in Italia, ma anche all’estero.

Riguardo alle prenotazioni “on the book” per settembre: le previsioni sono più rosee dello scorso anno. Gli eventi sportivi come il Gran Premio del prossimo weekend oltre al ritorno a ritmo sostenuto degli eventi congressuali e fieristici previsti per tutto il mese di settembre (Tecnargilla in testa), sostengono i numeri. Al momento le previsioni di occupazione per il mese di settembre, complice anche una buona presenza di stranieri, si attestano attorno al 50% per gli hotel che resteranno aperti. Va infatti considerato che molte strutture stagionali si stanno preparando alla chiusura già a partire dal 4 settembre.