Indietro
mercoledì 10 agosto 2022
menu
Giochi del Mediterraneo

Orano 2022: Sansovini centra la finale dei 100 metri e sfiora il personale

di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 1 lug 2022 14:42
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Nello stesso stadio che sabato sera ha ospitato la cerimonia d’apertura e davanti ad un pubblico di circa 20mila persone, si sono svolte ieri (giovedì) le prime gare di atletica leggera dei Giochi del Mediterraneo. Un clima unico e suggestivo ha accompagnato l’esordio degli atleti biancazzurri, impegnati nelle batterie dei 100 metri e dei 400 ostacoli.

Il primo a rompere il ghiaccio è stato Andrea Ercolani Volta, che ha chiuso la seconda batteria dei 400 ostacoli maschili in quinta posizione, con il tempo di 52.35, avvicinandosi al suo personale.

Poi è toccato a Beatrice Berti, impegnata nella stessa disciplina. Anche per lei una buona prova, conclusa con un tempo di 1.02.81, sua miglior prestazione personale.

Nei 100 metri femminili Alessandra Gasparelli, 18 anni a settembre, ha pagato un po’ l’emozione della prima esperienza in un contesto così importante. Ha corso il 11.96, leggermente al di sopra dal suo personale e record nazionale fatto registrare qualche settimana fa.

Poi è toccato a Francesco Sansovini e Francesco Molinari, che hanno corso insieme la batteria dei 100 metri maschili. Molinari, rallentato da un piccolo un piccolo errore in partenza, ha comunque chiuso con un discreto tempo di 10.81. Sansovini ha chiuso la batteria in quinta posizione: il crono di 10.49 è l’ottavo tempo complessivo e per il biancazzurro si spalancano le porte della finale. Finale nella quale Sansovini parte alla grande, perdendo un po’ velocità negli ultimi 40 metri e chiudendo in 10.48, ad un centesimo dal suo personale e record nazionale.

“La finale era il primo obiettivo e per fortuna ce l’abbiamo fatta – ha commentato al termine -. In finale sono partito molto meglio rispetto alla batteria; purtroppo mi sono fregato negli ultimi metri, però è stata davvero un’emozione unica correre in questo stadio, davanti a questo pubblico e in questa manifestazione”.

Intende rifarsi ai Giochi dei Piccoli Stati a Malta, Francesco Molinari.
“Purtroppo ho sbagliato la partenza, inciampando – ha commentato -. È venuto fuori un tempo comunque discreto e sono contento, perché correre insieme ad atleti di questo livello è sempre stimolante. Puntiamo tutto ai Giochi dei Piccoli Stati, perché a me stanno molto a cuore”.

Per Alessandra Gasparelli, che domani affronterà i 200 metri, l’occasione per rifarsi è invece dietro l’angolo.
“La tensione si è fatta sentire – ha spiegato –, però correre davanti ad un pubblico così numeroso dà anche una certa carica. Le sensazioni erano buone, sono soddisfatta solo a metà per la brutta partenza che ho fatto, ma cercherò di rifarmi nei 200 metri”.

“Sono soddisfatta, ho fatto il mio personale stagionale ed è stata una bella gara – il commento di Beatrice Berti -. Essere qui a rappresentare la nostra Nazione è sempre un grande onore e gareggiare davanti ad uno stadio così pieno era è stato davvero bello, dà una grande carica”.

“Sono andato vicino al mio personale, sono contento – ha commentato Andrea Ercolani Volta -. Nonostante di gare ne abbia fatte parecchie, è sempre bello ritrovarsi in queste manifestazioni, ancora di più gareggiare davanti ad un pubblico così numeroso è entusiasmante e motivante”.

NUOTO
Oggi sono stati i titani del nuoto a rompere il ghiaccio ai Giochi del Mediterraneo. In mattinata hanno esordito Alessandro Rebosio nei 50 farfalla e Giacomo Casadei nei 200 rana.