Indietro
menu
indaga la mobile

L'incontro, poi la passeggiata al parco. 18enne denuncia violenza

In foto: repertorio
di Lamberto Abbati   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
lun 4 lug 2022 18:08 ~ ultimo agg. 5 lug 13:59
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Una ragazza riminese di 18 anni ieri sera ha raccontato di aver subito una violenza sessuale mentre si trovava in un parco cittadino in compagnia di un giovane conosciuto il giorno stesso.

Secondo una prima ricostruzione della Squadra Mobile di Rimini, che ha avviato un’indagine, la 18enne avrebbe conosciuto il ragazzo alla fermata del bus in zona Arco d’Augusto. I due si sarebbero piaciuti subito e, dopo aver fatto amicizia, avrebbero preso lo stesso mezzo. Poi la 18enne, prima di scendere, avrebbe dato appuntamento al ragazzo qualche ora più tardi in un parco sotto casa.

La giovane, una volta terminata la cena, è uscita di casa e l’ha raggiunto nel punto prestabilito. Insieme hanno fatto una passeggiata all’interno del parco, dove i due si sono scambiati alcune effusioni. Lui però si sarebbe spinto oltre e l’avrebbe costretta a compiere atti sessuali, prima di sparire.

La 18enne al ritorno a casa, presa dal panico per quello che era appena successo, ha raccontato tutto ai genitori. Accompagnata in pronto soccorso per accertamenti, ha riferito ai medici di aver subito pesanti palpeggiamenti, non un rapporto sessuale completo. Sono stati i sanitari dell’Infermi ad allertare la polizia, che ha voluto sentire la 18enne.

Del suo conoscente sa solo il nome. Si tratterebbe di un ragazzo coetaneo o poco più grande, italiano, mai visto prima di quella sera. Ecco perché identificarlo non sarà semplice.