Indietro
menu
arrestato a riccione

Dopo la rissa, fugge e armato di coltello minaccia i passanti: "Vi sgozzo"

In foto: Alcuni controlli della polizia Locale di Riccione in piazzale Roma
di Lamberto Abbati   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
lun 4 lug 2022 15:30 ~ ultimo agg. 5 lug 12:55
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Per alcuni minuti ha seminato il panico nel centro di Riccione, da piazzale Roma fino a viale Milano, minacciando di morte i passanti lungo la strada con un coltello: “Che c… guardate, vi sgozzo”. Dopo un inseguimento terminato con tanto di colluttazione, il giovane, un 18enne marocchino residente nella provincia di Parma, è stato arrestato dagli agenti della polizia Locale per resistenza e lesioni aggravate a pubblico ufficiale e porto di armi od oggetti atti ad offendere.

Tutto ha avuto inizio intorno alle 5.20 quando in piazzale Roma sono intervenuti un contingente dei carabinieri e uno della polizia di Stato in tenuta antisommossa per sedare una rissa, scoppiata tra una ventina di giovanissimi, che aveva attirato l’attenzione di un centinaio di curiosi.

Dal tafferuglio è fuggito un giovane, notato da una pattuglia della Locale perché in mano brandiva un coltello col quale minacciava i passanti: “Ce l’avete con me? Che c… guardate, vi sgozzo a tutti”. Gli agenti gli hanno intimato di fermarsi, ma il nordafricano ha cercato di avventarsi contro di loro costringendoli ad utilizzare lo spray al peperoncino in dotazione.

Nonostante il bruciore agli occhi, l’aggressore è riuscito a fuggire in direzione Rimini inseguito dalla pattuglia, a cui si è aggiunta anche una gazzella dei carabinieri. Dopo aver scavalcato un muretto e tentato di far perdere le proprie tracce in un parcheggio, si è disfatto del coltello lanciandolo a terra per poi dirigersi verso viale Milano. Lì, raggiunto dalle forze dell’ordine, è iniziata una colluttazione. Il 18enne ha colpito con calci e gomitate i tre agenti, che alla fine sono riusciti a immobilizzarlo e arrestarlo. Uno di loro, rimasto leggermente ferito, è dovuto ricorrere alle cure del pronto soccorso.

Recuperato il coltello dalla lama di 13 centimetri, l’esagitato è stato condotto in caserma e identificato. Dagli accertamenti è emerso un “curriculum” criminale di tutto rispetto, considerata la giovane età: nel febbraio di quest’anno era stato arrestato in flagranza per una rapina in concorso avvenuta a Milano e commessa con lutilizzo di un taser; poi, tra la fine del 2021 e l’inizio del 2022 è stato denunciato più volte a piede libero per percosse, lesioni, rissa e rapina, tutti fatti avvenuti a Parma.