Indietro
menu
il nodo dei controlli

Pagamenti elettronici: da giovedì sanzioni per chi non li accetta

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
lun 27 giu 2022 20:54 ~ ultimo agg. 15:28
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Da giovedì 30 giugno scatteranno le nuove sanzioni per gli esercenti e i professionisti che non accettano i pagamenti con bancomat e carta di credito. La novità è stata introdotta dal decreto legge n. 36, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 30 aprile, che ha anticipato al 30 giugno le sanzioni inizialmente previste a inizio 2023. L’obbligo rientra tra le misure per ridurre l’uso del contante previste nel Piano nazionale di ripresa e resilienza.

L’obbligo riguarda gli esercenti attività commerciali ma anche tutti coloro che vendono un bene o un servizio al pubblico, compresi tassisti e  liberi professionisti. La sanzione ammonta a 30 euro, a cui va aggiunto il 4% del valore della transazione rifiutata. In realtà esisteva già dal 2014 un obbligo di accettare i pagamenti elettronici, ma non prevedeva sanzioni. La perplessità maggiore sul nuovo decreto riguarda i controlli: perché scatti la sanzione si presuppone infatti una denuncia da parte del cliente.

Altre notizie
di Contenuto Sponsorizzato
di Stefano Rossini
VIDEO