Indietro
mercoledì 1 febbraio 2023
menu
Finale Play Off Serie B

Gara 4 RivieraBanca Basket Rimini-Pall. Roseto, la vigilia di coach Ferrari

In foto: Foto Nicola de Luigi
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
sab 18 giu 2022 18:20 ~ ultimo agg. 19 giu 18:39
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Domenica alle 19:00 al Flaminio si gioca gara4 della finale play off tra RivieraBanca Rimini e Pallacanestro Roseto.

La partita sarà trasmessa su Icaro TV domenica alle 21:00 e alle 23:00.

Le parole di coach Mattia Ferrari alla vigilia.

“Volevo scusarmi perché non è mia abitudine non presentarmi in sala stampa, a maggior ragione dopo una sconfitta, ma la nascita di mia figlia Cecilia m’ha obbligato volentieri a delle priorità perciò appena finita la partita sono corso in ospedale perché è nata durante la partita. Approfitto per fare i complimenti a Roseto per una vittoria meritata, hanno giocato meglio di noi ed il risultato è giusto. Volevo anche fare un applauso al nostro pubblico che è stato pazzesco, mi dispiace di non essere riusciti a portare a casa la partita come tutti avremmo voluto. Mi aspetto che domenica sera i tifosi siano altrettanto incredibili e ci aiutino ancora in questa serie playoff per conquistare il punto che ci manca.”

Coach, ieri sera dunque c’è stata più Roseto e meno Rimini rispetto alle prime due gare?
“Le due cose sono collegate: Roseto avrà recriminato degli errori nelle prime due partite, mentre ieri sera senza un errore nostro probabilmente avremmo vinto. Sono gli episodi e la qualità dei giocatori a fare la differenza. In Gara3 siamo partiti molto male, poi abbiamo siglato un parziale importante ma non siamo riusciti a tenere in mano l’inerzia della partita: Roseto è stata brava a non disunirsi, più feroce di noi sulle palle vaganti e più convinta di segnare i tiri importanti.”

Coach, cosa servirà domani sera per approcciare nel modo giusto la partita?
“Bisogna semplicemente pensare alla partita, io capisco che ci sono fattori esterni come l’emozione ed il peso del risultato che possono condizionare i giocatori, ma questo valeva anche nelle prime due partite e siamo comunque riusciti a portarle a casa. Noi dobbiamo adesso pensare soltanto con grande determinazione a quello che vogliamo e cosa dobbiamo fare per raggiungere l’obiettivo.”

Da quanto tempo non le capitava di allenare in un palazzetto così?
“Non ho memoria in serie B di un’atmosfera così, in A2 mi vengono in mente palazzetti più numerosi come Verona, Bologna e Treviso soprattutto durante i playoff, oppure il derby Casale-Biella, dove c’era un bellissimo ambiente, ma è normale che ieri ci fosse il pubblico delle grandi occasioni. L’atmosfera era completamente diversa, la città voleva fortemente un grande risultato insieme a noi: non è arrivato, ma è solamente una partita. Per vincere bisogna arrivare a tre punti, questo è quello che conta.”

Ufficio Stampa RivieraBanca Basket Rimini