Indietro
menu
un arresto per spaccio

Controlli serrati dei carabinieri anti baby gang a Riccione

In foto: Alcuni dei controlli passati in spiaggia
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
lun 6 giu 2022 14:31 ~ ultimo agg. 17:50
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Nel weekend appena concluso i carabinieri della Compagnia di Riccione, guidata dal capitano Luca Colombari, hanno battuto palmo a palmo il centro della Perla Verde, ma soprattutto la stazione ferroviaria e le fermate in territorio riccionese del metromare, allo scopo di identificare le numerose comitive di giovani che raggiungono Riccione. Una serie di controlli preventivi che verranno ripetuti anche nelle prossime settimane. I militari hanno anche perlustrato le spiagge fino alle prime luci dell’alba, allontanando chi aveva nel frattempo organizzato dei giacigli di fortuna per la notte, come ad esempio dei lettini degli stabilimenti balneari.

Nel corso del servizio, è stato tratto in arresto in flagranza un 23enne incensurato, ritenuto responsabile di spaccio di sostanze stupefacenti. In particolare, i carabinieri della Stazione di Misano Adriatico hanno fermato il giovane sorprendendolo in possesso di 7 dosi di cocaina, per un peso complessivo di poco più di 2 grammi e mezzo. Addosso aveva anche 2.180 euro in banconote di medio e piccolo taglio, somma ritenuta provento dell’attività illecita. Al termine delle formalità di rito, il 23enne è stato rimesso in libertà d’intesa con il pubblico ministero di terno.

I carabinieri della Stazione di Montescudo Monte Colombo, sempre nel weekend, giunti in rinforzo ai colleghi riccionesi, nel corso dei controlli ad un gruppo di giovani hanno identificato un 16enne congolese nei cui confronti pendeva un ordine di cattura in aggravamento di una precedente misura restrittiva emessa a suo carico. Il giovane, dichiarato in stato di arresto, è stato poi affidato ai propri genitori.

I colleghi della Sezione Radiomobile, invece, hanno rintracciato un uomo classe ’60, pregiudicato, senza fissa dimora, sul quale pendente un provvedimento cautelare emesso dal Tribunale di Bari. Il 62enne, condotto in caserma, è stato sottoposto all’obbligo di firma e di presentazione alla polizia giudiziaria. Nel bilancio complessivo due conducenti stati denunciati per guida in stato di ebbrezza e altre quattro persone segnalate alla prefettura di Rimini come assuntori di stupefacenti.