Indietro
menu
una ragazza ferita

Aggressione al chiringuito, volano spintoni e schiaffi

In foto: il chiringuito del Bagno 28
di Lamberto Abbati   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
lun 20 giu 2022 14:24 ~ ultimo agg. 21 giu 12:14
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Li avrebbero provocati e infastiditi volutamente sperando in una loro reazione. Che c’è stata quando il fidanzato di una giovane, finita nel mirino di un gruppo di origine sinti, è intervenuto in sua difesa. In un attimo al chiringuito del Bagno 28, a Rimini, è scoppiato un parapiglia.

Il gruppetto di sinti, composto da cinque ragazzi e cinque ragazze, ha aggredito fisicamente la giovane coppia di fidanzati italo-brasiliana che vive a Rimini, con spintoni, schiaffi e tirate di capelli. Del gruppetto, come hanno raccontato alcuni testimoni, erano le ragazze le più scatenate. Temendo che la situazione potesse degenerare il titolare del chiringuito, Yuri Bianchi, ha dato l’allarme ai carabinieri, intervenuti però quando i sinti se ne erano già andati.

“Erano le 20, stavamo per chiudere quando è scoppiato un parapiglia – racconta il gestore -. Non so nemmeno con esattezza il motivo, ma credo sia volata qualche parola di troppo. Le più scatenate erano le ragazze, mentre solo uno dell’intero gruppo di sinti cercava di riportare la calma. La minaccia di ritornare con una pistola? Io non l’ho sentita… Ho chiamato i carabinieri, ma dopo poco i sinti se ne sono andati”.

Le indagini dei carabinieri sono ancora in corso e al momento nessuno dei partecipanti all’aggressione è stato individuato. La ragazza aggredita, invece, è stata accompagnata dal fidanzato al pronto soccorso. Aveva escoriazioni e lividi sulle braccia e al volto ed era molto spaventata”, hanno riferito sempre alcuni testimoni.