Indietro
menu
carabinieri al lavoro

Minorenni spintonati e derubati a Riccione. Caccia agli aggressori mascherati

In foto: i carabinieri impegnati nei controlli (repertorio)
di Lamberto Abbati   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
lun 23 mag 2022 20:53 ~ ultimo agg. 24 mag 13:40
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Due minorenni dell’entroterra riminese, che sabato avevano trascorso la serata con amici a Riccione, sono stati aggrediti in piazzale Roma da due giovani, probabilmente maggiorenni, uno dei quali indossava una maschera da clown mentre l’altro probabilmente una mascherina.

E’ successo verso le 23, quando il gruppetto di minorenni è uscito da un ristorante e si è diretto in zona mare. All’improvviso sarebbero spuntati i due aggressori, “due ragazzi di carnagione scura”, che con una scusa avrebbero avvicinato un 14enne e un 16enne. Il pretesto sarebbe stato la richiesta di una sigaretta. I due minori, davanti alla loro insistenza, hanno cercato di fare finta di nulla. Quando però sono stati strattonati, spintonati e minacciati non hanno avuto altra scelta se non quella di consegnare ai loro aggressori i 40 euro in contanti che uno dei due aveva nel portafoglio e una collanina.

Le vittime, tornate a casa spaventate, si sono recate in caserma la mattina seguente, accompagnate dai rispettivi genitori, per denunciare l’accaduto. Un primo campanello d’allarme in vista della stagione estiva ormai alle porte, che ha visto anche lo scorso weekend i carabinieri della Compagnia di Riccione, diretta dal capitano Luca Colombari, impegnati in un servizio straordinario di controllo finalizzato al contrasto dei fenomeni di microcriminalità. Tra la zona Alba e piazzale Roma sono stati identificati circa 50 adolescenti tra i più euforici. Numerose sono state anche le chiamate arrivate al numero di emergenza 112 per segnalare la presenza di giovani sospetti.