Indietro
menu
in tre giorni 14 arresti

In vacanza a Rimini mettono a segno una serie di rapine, fermati dalla polizia

In foto: la polizia davanti al minimarket rapinato
di Lamberto Abbati   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
sab 28 mag 2022 15:14 ~ ultimo agg. 29 mag 11:42
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Avevano raggiunto Rimini da qualche giorno per “vacanza”, ma in realtà il loro obiettivo era compiere delle rapine e poi, con tutta probabilità, fare ritorno con il bottino nell’hinterland Milanese, dove vivono. La polizia di Stato ha arrestato tre marocchini e un italiano, di età compresa tra i 20 e i 23 anni, già gravati da numerosi precedenti per reati contro la persona, il patrimonio e gli stupefacenti. Devono rispondere della rapina commessa nella notte tra venerdì e sabato in un minimarket di Miramare, ma anche di quelle ai danni di un cameriere d’albergo e di uno studente pugliese di 18 anni in gita scolastica a Rimini.

Ieri notte, verso l’1.30, al numero unico di emergenza è arrivata la richiesta di aiuto in merito ad una aggressione che si stava consumando in un minimarket di viale Regina Margherita a Miramare. Sul posto si è precipitata una Volante, che ha raccolto la testimonianza dell’esercente rapinato, un 48enne bengalese. L’uomo ha raccontato di essere stato immobilizzato da un gruppetto di nordafricani, composto da quattro giovani, che poi sono fuggiti con alcune bottiglie di spumante e con alcuni souvenir.

E’ stata la seconda Volante intervenuta a riconoscere e fermare i presunti rapinatori all’altezza di viale Mantova angolo viale Sarsina. Il quartetto, alle vista degli agenti, ha cercato di disfarsi (senza riuscirci) di tre coltelli a scatto e di una collanina d’oro con il gancio di chiusura spezzato. Proprio in quel frangente i poliziotti sono stati avvicinati da due uomini, autisti pugliesi di un pullman scolastico, che hanno indicato i nordafricani come gli autori di un’altra rapina, avvenuta verso l’una e quarto, nei confronti di un cameriere d’albergo. In pratica il quartetto l’aveva circondato mentre faceva ritorno a casa dal lavoro e gli aveva strappato la collanina in oro. Che però il cameriere, con coraggio, era riuscito a riprendersi prima di fuggire e chiedere aiuto ai due autisti.

I poliziotti hanno perquisito la camera dell’albergo di Rivazzurra dove i nordafricano alloggiavano da qualche giorno. All’interno sono state recuperate due catenine d’oro, una delle quali risultata essere di proprietà di uno studente pugliese in gita a Rimini, che il 24 sera aveva subito lo strappo della collanina da parte di un nordafricano a bordo di un monopattino. Nella stanza del gruppetto c’era anche un bilancino utilizzato verosimilmente per pesare l’oro.

Alla luce del quadro emerso, il sostituto procuratore Davide Ercolani ha disposto il trasferimento dei rapinatori in carcere, che sono stati denunciati anche per ricettazione e oggetti atti ad offendere. In totale negli ultimi tre giorni i poliziotti della questura di Rimini hanno arrestato 14 persone. Un dato che se da un lato evidenzia il grande lavoro svolto dagli uomini e dalle donne agli ordini del questore Rosanna Lavezzaro, dall’altro desta allarme in vista dell’inizio della stagione estiva.

Altre notizie
di Lamberto Abbati
VIDEO
di Redazione
VIDEO