Indietro
menu
Mare pulito e servizi

Cattolica si guadagna la sua 26esima bandiera blu: mare promosso

In foto: la bandiera blu
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mar 10 mag 2022 13:03
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Per la 26esima volta la bandiera blu sventolerà sulle spiagge del comune di Cattolica. L’annuncio è arrivato in mattinata e la Regina dell’Adriatico rientra, tra le 210 località balneari italiane con il mare più pulito ed i servizi migliori. Anche Misano Adriatico e Bellaria Igea Marina hanno confermato la bandiera blu. A loro si aggiunge la new entry Riccione.

Un attestato molto atteso per il mare cattolichino – spiega la Sindaca Franca Foronchi che viene nuovamente promosso a pieni voti. I vari rilevamenti effettuati da Arpae nella scorsa stagione estiva hanno messo in risalto la buona qualità delle acque. Ma non solo, fin dal nostro insediamento, abbiamo impegnato le nostre energie per approdare ad un nuovo piano dell’arenile. Abbiamo dedicato una attenzione massima per poter offrire un “mare senza barriere”. Già nei giorni scorsi con l’Assessora al Demanio, Claudia Gabellini, si è annunciata l’implementazione di passerelle in ogni tratto libero. Ed ancora, adeguamenti in zona porto per l’accesso ai bagni pubblici e docce. L’impegno, dunque, è costante. Attendiamo, adesso, con entusiasmo il momento di condividere il vessillo della Bandiera Blu con tutta la comunità ed i nostri turisti durante la tradizionale cerimonia estiva in spiaggia”.

Anche il Vicesindaco Alessandro Belluzzi, che ha tra le sue deleghe la tutela del mare e delle acque, ha commentato la notizia con entusiasmo. “L’Amministrazione, la comunità ed i nostri operatori economici hanno particolare attenzione al tema della sostenibilità ambientale. La Bandiera blu – sottolinea – non riconosce semplicemente l’ottimo stato delle acque, ma riguarda anche altri aspetti che contemplano tra le altre le politiche riferite alla raccolta differenziata, alla mobilità, alle acque reflue. Si tratta di un impegno a 360 gradi per un miglioramento costante che viene percepito dai nostri turisti. La conferma della Bandiera Blu anche per il 2022 è bella notizia per residenti, per quanti operano nel settore turistico-ricettivo e per i vacanzieri che scelgono la Regina dell’Adriatico come meta dei loro bagni”.

Obiettivo principale del programma Bandiera Blu, ha ricordato durante la videoconferenza il Presidente della Fee Italia, Claudio Mazza, è quello di indirizzare la politica di gestione locale di numerose località rivierasche, verso un processo di sostenibilità ambientale secondo ben trentadue criteri, tra questi: acque di balneazione “eccellenti” (D.Lgs 116/2008); iniziative di educazione ambientale; stabilimenti balneari vigilati da personale di salvamento; estese isole pedonali; controllo e limitazione del traffico; piste ciclabili; agevolazioni per disabili; efficienza dei depuratori; raggiungimento degli obiettivi di raccolta differenziata.