Indietro
domenica 22 maggio 2022
menu
FSGC

Campionato Sammarinese: via ai quarti di finale

In foto: ©FSGC
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
mar 10 mag 2022 19:30 ~ ultimo agg. 23:09
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Superato il Turno Preliminare, sono rimaste in otto a giocarsi lo Scudetto 2021-22. Quattro di queste si erano già qualificate di diritto ai quarti di finale, mentre le altre ne hanno avuto accesso superando appunto le “forche caudine” del Turno Preliminare, in un caso con un paio di risultati netti ma negli altri dovendo sudare fino all’ultimo dei 180 minuti complessivi.

È il caso, ad esempio, del Fiorentino, che aveva superato brillantemente la prova Folgore all’andata ma che poi si è ritrovato sotto di una rete al ritorno, un margine favorevole alla squadra di Malandri ma ben poco rassicurante dal momento che i Giallorossoneri, con un solo gol, avrebbero completamente ribaltato le sorti del confronto, potendo contare sul vantaggio della posizione conquistata in regular season. Niente di tutto ciò: la sconfitta di misura è stata confermata al fischio finale e così il Fiorentino ha messo in sacchetta lo scalpo più eccellente di tutti, ovvero quello dei campioni in carica.

L’abbinamento, stabilito sulla base del ranking, ha però posto davanti ai Rossoblù un’altra avversaria di grande livello: La Fiorita, capolista del Girone Unico e finalista della passata edizione del torneo. La formazione di Montegiardino non scende in campo dalla semifinale di Coppa Titano del 27 aprile ed ha avuto accesso ai quarti come testa di serie numero uno: per questo è stata abbinata alla formazione con il peggior ranking fra quelle che hanno superato il Turno Preliminare e potrebbe far valere il privilegio del miglior posizionamento nel caso in cui al termine della gara di ritorno – in programma domenica prossima – il confronto fra le due formazioni dovesse concludersi con il medesimo numero di reti segnate e subite. Va ricordato che nemmeno ai quarti è contemplata la possibilità dei tempi supplementari. L’andata fra La Fiorita e Fiorentino si giocherà ad Acquaviva e sarà diretta da Emiliano Albani.

Sarà visibile in live streaming sulla piattaforma TITANI.TV, esattamente come Tre Fiori-Faetano. La squadra di Borgagni torna in azione da fresca vincitrice della Coppa Titano, e si troverà di fronte una formazione ambiziosa e agguerrita, trascinata dall’estro di Nicola Palazzi e finalmente in grado di riabbracciare il tecnico Girolomoni dopo quattro gare di squalifica. Per il Tre Fiori la sfida rappresenta anche un passo di avvicinamento al doblete, mentre il Faetano deve invertire la tendenza di due precedenti stagionali sempre appannaggio degli avversari, e senza gol all’attivo. Teatro della sfida sarà Domagnano. Direzione affidata a Ucini.

Stando a quanto ha raccontato la regular season, il confronto che promette di essere più equilibrato è quello che vedrà di fronte Pennarossa e Virtus. Le squadre di Selva e Bizzotto hanno infatti concluso il Girone Unico da dirimpettaie di classifica, ma con una differenza sostanziale: la Virtus entro le prime quattro, con conseguente accesso diretto ai play-off; il Pennarossa fuori da quel salottino. Perciò i Biancorossi hanno dovuto passare da due sfide ad alto tasso di rischio per poter proseguire la caccia al titolo. E di rischi ce ne sono stati davvero, per gli uomini di Selva, capaci di recuperare in extremis la sfida di andata con il Murata e costretti all’inseguimento pure nella gara di ritorno, alla fine vinta ma non senza lo spavento di un rigore – quello fallito dai bianconeri – che avrebbe fatto pendere dalla parte avversa le sorti del confronto ad un quarto d’ora appena dalla fine. La rete di Halilaj nel finale ha spazzato via ogni fantasma e tutta la possibile dietrologia, e così la formazione di Chiesanuova può giocarsi tutte le proprie chances contro una formazione, quella di Acquaviva, con la quale i precedenti stagionali sono in perfetto equilibrio: una vittoria per parte. Si gioca all’Ezio Conti di Dogana. Arbitra Cenci.

Dopo la delusione di coppa e la mancata prima posizione in campionato, è pronto a tornare in campo il Tre Penne con la voglia di dare la caccia ai restanti obiettivi rimasti, ad iniziare dall’Europa. La squadra di Ceci ha avuto tempo per preparare questo derby con la Libertas, unica formazione a non avere corso particolari rischi nella doppia sfida del Turno Preliminare, avendo liquidato il Domagnano con un abbondante 5-0 all’andata e con un più che confortevole 3-0 in quella di ritorno, dove ha potuto fare anche un po’ di turn-over. Ha insomma mostrato i muscoli, la squadra di Cardini, cercando di dare così una svolta ad un percorso stagionale non proprio all’insegna della continuità, ma sempre votato al miglior traguardo possibile, per quanto l’abbinamento in questi quarti di finale sia stato il secondo peggiore possibile fra tutte le squadre uscite dal Turno Preliminare. Guardando ai precedenti stagionali, i granata ripartono dal’1-1 della sfida di ritorno, mentre il Tre Penne intende rinverdire i ricordi del 3-2 dell’andata. Il “derby della Funivia” andrà in scena a Montecchio sotto la direzione di Mei.

Questo il programma dei quarti di finale di campionato:

FSGC | Ufficio Stampa