Indietro
menu
Riccione al voto

Caldari: con noi 150 milioni da privati per strutture di lusso

di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 6 mag 2022 16:25 ~ ultimo agg. 16:13
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

150 milioni di investimenti privati attirati negli ultimi 4 anni a Riccione e destinati a strutture di lusso. A sottolinearlo è il candidato sindaco civico del centrodestra Stefano Caldari che commenta l’accoglimento definitivo della pratica che darà vita al primo condhotel della Provincia di Rimini proprio nella Perla Verde. “Perché avere approvato a Riccione il primo Condhotel della Romagna è un successo? – si chiede – Per tre motivi semplici: solo a Riccione c’è un prodotto turistico, cioè l’appartamento per le vacanze che puoi acquistare o affittare e che ha i servizi condivisi con l’hotel. Solo da noi, gli imprenditori del settore possono ristrutturare potendo contare su un doppio binario d’entrate, quello residenziale e quello dell’accoglienza alberghiera per sostenere i costi di una rigenerazione completa, e infine solo Riccione offre una nuova “accommodation strategy” per aprire nuovi scenari sia investimento che di turismo“.

Riccione – prosegue Caldari – oggi è alla pari con le maggiori località turistiche europee, spagnole in particolare e americane come Miami Beach, dove l’aparthotel è un’esperienza largamente diffusa. Siamo stati i primi in Romagna a capire che dalla Regione arrivavano nuovi strumenti da cogliere assolutamente per il bene della città e del suo brand. Il regolamento sui Condhotel e la legge regionale 24/2017 che attraverso la stipula degli accordi operativi ha permesso di progettare le ristrutturazioni delle Conchiglie, di Riccione Terme e i villaggi vacanze di lusso del Club del Sole e altre in arrivo. L’amministrazione di cui faccio parte ha portato negli ultimi 4 anni oltre 150 milioni di euro di investimenti privati perché ci abbiamo creduto, abbiamo messo in campo una politica seria e nel 2022 alzeremo ancora di più l’asticella con nuovi progetti e una programmazione senza rivali” conclude il candidato sindaco.