Indietro
menu
Attualità Provincia

Approvvigionamento idrico. Un documento dei sindaci romagnoli alla Regione

In foto: Nella foto, iIdi Romagna Acque con i sindaci romagnoli, l’assessore regionale Priolo e l’On Centinaio.
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mar 3 mag 2022 19:35 ~ ultimo agg. 19:36
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email
I sindaci dei principali Comuni romagnoli (Rimini, Ravenna, Forlì e Cesena), delle tre Province romagnole e dei tre Comuni su cui sorge la diga di Ridracoli, ovvero Bagno di Romagna, Santa Sofia e Premilcuore, hanno firmato e consegnato all’assessore regionale all’Ambiente Irene Priolo una dichiarazione di intenti “per l’individuazione e l’attuazione di progetti volti al potenziamento dell’approvvigionamento idropotabile della Romagna, aventi la finalità di contrastare gli effetti dei cambiamenti climatici sul sistema idrico e migliorare la resilienza del sistema acquedottistico della Romagna”. I firmatari si impegnano fra l’altro a “individuare le alternative progettuali strategiche per il perseguimento degli obiettivi prefissati”.
La firma è avvenuta al teatro Galli di Rimini, all’interno del convegno “Cultura dell’innovazione in risposta ai cambiamenti climatici”, organizzato da Romagna Acque per l’intera giornata odierna, e che ha registrato oltre 300 partecipanti.
In chiusura di mattinata, al termine della tavola rotonda fra i sindaci romagnoli, il convegno ha ricevuto sinché la visita e il saluto dell’On. Gian Marco Centinaio, già Ministro e oggi Sottosegretario alle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali.