Indietro
menu
inaugurazione il 20 maggio

A Villa Franceschi la storia dei cento anni di Riccione

In foto: Villa Franceschi
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mar 17 mag 2022 14:51
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Cartoline e manifesti d’epoca della Riccione del primo Novecento tra gli anni ‘20 e ‘30, disegni originali e inediti, dipinti e fotografie andranno a dare nuova vita alla storica Villa Franceschi di Riccione. In occasione delle celebrazioni per il Centenario di Riccione la villa, diventa il luogo della storia degli ultimi cent’anno e con questo nuovo allestimento aprirà al pubblico Venerdì 20 maggio alle 18 con un dj set e l’avvio in simultanea di Degusta by VSQVSQ Riccione – Vini Spumanti di Qualità, quest’anno dal 20 al 22 maggio con un nuovo format.

La prima opera ad accogliere i visitatori sarà il ‘Portale del tempo’ del designer Marco Morosini, fondatore del marchio Brandina. Una installazione multicolore condurrà le persone, per tutta l’estate, nei giardini e nei saloni interni della villa. Attraverso un sapiente e rispettoso lavoro di restyling, entrerà nel vivo al piano terra e al primo piano, il percorso curato da Beatrice Buscaroli, storica e critica d’arte, nonché curatrice nel 2009 del Padiglione Italia alla Biennale di Venezia, e da Davide Bagnaresi, storico, autore delle ricerche archivistiche sulle vicende degli ultimi cento anni della storia di Riccione. Questi luoghi diventeranno il cuore delle testimonianze storiche di un passato in cui, a cavallo della fine ‘800 e gli inizi del ‘900, si verificò il passaggio da un turismo terapeutico, basato sui bagni di mare, a un turismo balneare. Da allora subentrò tra le classi sociali più agiate una vera e propria cultura della vacanza trasformando Riccione da antica borgata a esclusivo centro balneare.

Al piano terreno con ‘Riccione si mostra’ sarà possibile percorrere la storia dei primi cento anni. Al primo piano dedicato all’arte con opere dal 900 fino ai giorni nostri, sarà esposta parte delle collezioni della Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Riccione con il nucleo della raccolta, da Burri a Enrico Baj, da Giulio Ruffini a Mattia Moreni ad Alberto Sughi. Una sala sempre al primo piano, sarà adibita a spazio temporaneo gestito dagli studenti del liceo artistico ‘Volta-Fellini’ venuti già a contatto durante i mesi invernali con esperienze creative attraverso il progetto ARTROOM. Durante l’inaugurazione verrà presentato un tour virtuale realizzato dai ragazzi.

In occasione del restyling della Villa il graphic designer Stefano Tonti, curatore del percorso grafico espositivo della mostra, ha rielaborato anche il logo di villa Franceschi in cui predomina la simbologia solare che si sposa con gli eleganti influssi liberty della villa.