Indietro
menu
il percorso sul deviatore

A Rimini inaugura il Museo Diffuso della Marineria

In foto: il taglio del nastro
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
lun 23 mag 2022 14:23
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Sono stati gli studenti del Liceo “Giulio Cesare – Manara Valgimigli” i protagonisti dell’inaugurazione avvenuta questa mattina lungo le rive del fiume Marecchia, per dare il via ufficialmente al percorso culturale denominato  “Museo Diffuso della Marineria”.
Dopo i saluti istituzionali – e il taglio del nastro con le Assessore del Comune di Rimini Anna Montini e Francesca Mattei – e una breve presentazione del progetto, sono state infatti proprio le studentesse e gli studenti della classe quarta “G” del Liceo Linguistico Valgimigli e delle classi quinte “A”, “B” e “D” del Liceo Classico G. Cesare, a dare il via ufficiale alla prima visita guidata del nuovo percorso museale outdoor.
Il “Museo Diffuso della Marineria” è nato sulla sponda destra e sinistra del deviatore Marecchia, che gli studenti hanno contribuito a realizzare con la collaborazione e l’orientamento del Settore Sistemi Culturali del Comune di Rimini.  Si tratta di un percorso turistico-culturale di promozione dei luoghi, della cultura e delle tradizioni della Marineria a Rimini, attraverso il lungofiume degli artisti e dei capanni da pesca di San Giuliano Mare e il racconto proposto dalle bacheche informative, collocate lungo le sponde lungofiume “Deviatore Marecchia”.
Il progetto è finanziato con fondi europei per la politica marittima, la pesca e l’acquacoltura (FEAMP 2014-2020) e ha visto la partecipazione attiva degli studenti, che sono stati coinvolti nella redazione e traduzione dei testi delle bacheche informative e nelle attività di comunicazione del nuovo museo diffuso, come attività di un percorso per competenze trasversali e di orientamento.
Dopo l’inaugurazione di questa mattina, l’inaugurazione continuerà anche nel pomeriggio con la sperimentazione di due attività volte alla scoperta del volto marinaro della città: un trekking urbano, che toccherà alcuni dei principali luoghi legati alla cultura del mare di Rimini, e una biciclettata lungo il Parco del mare Nord fino al Museo della Piccola Pesca e delle conchiglie E’ Scaion di Viserbella, dove si terrà una visita guidata.
La partecipazione alle attività pomeridiane è aperta al pubblico, per un numero limitato di persone, con iscrizione obbligatoria fino ad esaurimento posti al seguente link: bit.ly/museodiffusodellamarineria.

Il nuovo Museo diffuso – spiega l’Amministrazione Comunale – darà visibilità alla storia e alle tradizioni della marineria riminese facendone emergere i collegamenti con i luoghi della città che testimoniano la cultura del mare: il Museo della Città con un’importante sezione archeologica dedicata al mare, l’antica pescheria del XVIII secolo, il porto, il faro, i cantieri navali dei maestri d’ascia, gli antichi borghi marinari di San Giuliano e i capanni da pesca fino ai principali centri di studio e valorizzazione, tra i quali il Museo della Piccola Pesca e delle Conchiglie E’ Scaion di Viserbella e l’Associazione Vele al Terzo, che hanno collaborato attivamente all’intervento.