Indietro
menu
alberghiero e abitativo

A Riccione via libera per il primo Condhotel della Riviera

In foto: l'hotel Casadio di Riccione
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
gio 5 mag 2022 13:22
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il Comune di Riccione, Ufficio edilizia privata, ha notificato questa settimana l’accoglimento definitivo della pratica che darà vita al primo condhotel della Provincia di Rimini. Sarà infatti nella Perla Verde la prima struttura in Riviera ad avvalersi della nuova normativa regionale sui condhotel, che ha introdotto in Emilia-Romagna, una formula ricettiva mista che prevede nelle strutture alberghiere la presenza di camere classiche e appartamenti. La legge regionale è stata approvata nel 2019 e il Comune di Riccione ha subito recepito nel proprio regolamento edilizio la formula del condhotel con l’obiettivo di favorire e incentivare le strutture a riqualificarsi migliorando la qualità dell’offerta ricettiva della città. La prima pratica edilizia sul modello proposto dalla regione Emilia Romagna è stata quindi licenziata dal Comune di Riccione per l’Hotel Casadio che diventa una struttura mista alberghiera e abitativa.  La nuova formula dei condhotel prevede una convenzione tra la proprietà e il Comune affinché vengano garantiti i servizi alberghieri e residenziali in comune, come ad esempio la hall o la piscina.

“Dare nuovo impulso alle strutture ricettive esistenti, attraverso interventi di riqualificazione che consentano di andare il più possibile incontro alle esigenze dei turisti: questo è l’obiettivo della legge regionale sui Condhotel – ha spiegato l’assessore al Turismo della Regione Emilia Romagna, Andrea Corsini -, per la quale, come Regione Emilia-Romagna, abbiamo lavorato e in cui crediamo fortemente per l’impulso che potrà dare all’offerta turistica della nostra regione. Una ricettività diversificata e sempre più di qualità è il presupposto fondamentale per potenziare l’attrattività, e in questo la nostra ospitale riviera conferma ancora una volta la propria leadership.”

“Costruito tra la fine degli anni Cinquanta e i primissimi anni Sessanta, il Casadio era diventato un buco nero – ha chiarito il sindaco di Riccione, Renata Tosi -. tanto che l’ultima stagione di attività risale al 2013 e da allora era rimasto fuori mercato. Come amministrazione e come assessore all’urbanistica ho visto subito  in questa legge regionale, voluta fortemente per il rilancio del turismo qualificato, un’occasione per Riccione. Abbiamo modificato il regolamento e recepito la legge che oggi diventa realtà con il primo condhotel della Riviera, ovvero appartamenti turistici e struttura alberghiera annessa”.