Indietro
menu
il traino degli Alpini

Torna la voglia di vacanza. Segnali positivi dalle rilevazioni di Info Alberghi

In foto: @riminiturismo
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
lun 4 apr 2022 11:03 ~ ultimo agg. 12:52
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

La voglia di vacanza degli italiani è in forte aumento, dopo due anni di incertezze legate alla pandemia. Almeno dall’osservatorio del portale di promozione turistica info-alberghi.com che dal 1° gennaio al 30 marzo  mostra una crescita del traffico online del 138% rispetto al 2021.

Complice la campagna vaccinale, la fiducia nella possibilità di potersi finalmente aprire a una vacanza comincia a prendere corpo – spiegano da Info Alberghi – anche se i recenti avvenimenti della guerra in Ucraina sembrano mettere leggermente in stand by le ricerche. Manca ancora, in particolare, quel picco di visite che si registrava negli anni pre-pandemici già dal mese di marzo: ora le ricerche sono “spalmate” sul lungo periodo invece che concentrate in un periodo specifico.

L’interesse degli italiani per gli hotel della Riviera cresce di anno in anno, trend tanto più evidente, come è logico, prendendo in considerazione il confronto con il 2020, anno in cui a partire dal primo giorno di pandemia le ricerche di un hotel per le vacanze in Riviera subiscono un appiattimento totale. Prendendo in esame il solo mese di marzo dall’1 al 31, infatti, il traffico sul portale registra un aumento che sfiora il 400% rispetto al 2020.

“La prima iniezione di ottimismo viene dalla Pasqua –  spiegaLucio Bonini, CEO di Info Alberghi – che quest’anno, per la prima volta dopo 2 anni, torna a riempire gli hotel della Riviera. Già 5.300 le mail di richiesta spedite agli hotel della riviera per Pasqua”.

L’analisi delle pagine del portale dedicate alla Pasqua, inoltre, registra in cima alle preferenze degli utenti Rimini (2564 visualizzazioni), seguita a stretta distanza da Riccione (2357 visualizzazioni), Cesenatico (1168) e Cattolica (974). Rimini, in particolare, gode anche di un certo appeal generato anche dall’Adunata nazionale degli Alpini, in programma dal 5 all’8 maggio. A più di un mese dall’evento, molti gli hotel riminesi che registrano già un boom di prenotazioni.

L’ottimismo è condiviso dagli albergatori intervistati da Info Alberghi, che hanno espresso quasi tutti un giudizio più che positivo sui ponti di primavera, Pasqua e la prossima estate.

Fabio, titolare dell’Hotel Andrea’s di Rimini racconta: «Tutto pieno a Pasqua e pieno anche per il 25 aprile, con le persone che volevano venire a Pasqua e non hanno trovato posto. Per l’80% sono coppie. Al completo anche il 2 Giugno e i giorni di  maggio dell’Adunata degli Alpini. Per quanto riguarda l’estate, agosto è già quasi tutto pieno, luglio un po’ piatto ma piano piano aumentano le prenotazioni.» Segni che la pandemia non spaventa più? «La pandemia c’è ancora e la gente è un po’ trattenuta, ma ha tanta voglia di uscire»

Davide, dell’Hotel Valparaiso e Hotel Palme di Rivazzurra: «Per Pasqua e Alpini abbiamo un numero discreto di prenotazioni, invece per i ponti e la stagione abbiamo ricevuto diverse richieste ma poche prenotazioni.» Il motivo? «La mia sensazione è che molti prenoteranno all’ultimo.» Colpa, ancora una volta, della pandemia? «Secondo me, più dell’aumento dei prezzi.»

Renata dell’Hotel Margareth di Riccione: «Tutto pieno a Pasqua, soprattutto di famiglie con bambini piccoli. Pieno anche per il 25 aprile, soprattutto famiglie con bambini atleti perché a Misano si tiene una manifestazione pattinaggio.» E gli Alpini? «Ho detto no, non voglio competere con i prezzi troppo stracciati di Rimini.» E cosa ci racconta dell’estate che sta arrivando? «Per la stagione più della metà delle camere sono già prenotate! L’umore dei turisti, però, è pessimo perchè sanno che i prezzi sono aumentati. La voglia di vacanza comunque c’è, quindi invece di 10 giorni ne faranno 6 o 7 ma non rinunciano alla vacanza.»