Indietro
venerdì 27 maggio 2022
menu
Calcio Serie D

Rimini-Alcione Milano 1-0: cronaca, tabellino, video e gallery

In foto: Federico Mencagli festeggia il gol dell'1-0
di Roberto Bonfantini   
Tempo di lettura lettura: 4 minuti
gio 14 apr 2022 11:00 ~ ultimo agg. 15 apr 19:24
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 4 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

RIMINI-ALCIONE MILANO 1-0

È ufficialmente iniziata la volata finale tra Rimini e Ravenna. Dopo lo scontro diretto, che ha sorriso ai giallorossi, era importante per i biancorossi rialzare subito la testa, come del resto avevano fatto nelle due precedenti occasioni in cui avevano subito una sconfitta. E al “Romeo Neri” è arrivata la vittoria numero 15 davanti al pubblico amico (su 16 gare giocate) grazie al gol partita di Mencagli al 21′. A farne le spese l’Alcione Milano, messo sotto sul piano del gioco e delle occasioni nel primo tempo, ma che nella ripresa, complice l’affiorare della stanchezza nelle fila dei romagnoli, si è fatto valere. Gli arancioni avrebbero anche trovato il gol del pareggio con Bangal, non convalidato però per un presunto fuorigioco dell’attaccante (ma dalle immagini televisive a toccare il pallone, mandandolo sul palo, sembra essere il solo Greselin). Un legno lo ha preso anche il Rimini con Tonelli. Lo diciamo da settimane: il Rimini quando gioca in casa non è più, per tanti motivi, il rullo compressore del girone d’andata, ma resta una squadra solida che non per caso ha subito solo 14 reti in 33 partite (il Ravenna ne ha subite 32). E un’altra giornata è passata. Ne mancano cinque, come i punti di vantaggio della lepre sull’inseguitrice.

IL TABELLINO
RIMINI: 1 Marietta, 3 Haveri, 4 Tanasa, 5 Carboni (6′ st 31 Pietrangeli), 6 Panelli, 7 Tonelli, 9 Mencagli (16′ st 25 Arlotti), 10 Gabbianelli (50’ st 17 Ferrara), 11 Piscitella, 18 Lo Duca, 30 Andreis (12′ st 26 Greselin). A disp.: 22 Piretro, 2 Deratti, 8 Pari, 23 Callegaro, 24 Pecci. All. Gaburro.

ALCIONE MILANO: 1 Vinci, 2 Soldi (30′ st 15 Montesano), 3 Chierichetti, 4 Piccinocchi, 5 Ortolani Della Nave, 6 Maini, 7 Pio Loco Boscariol (27′ st 19 Tucci), 8 Bonaiti (32′ st 18 Lattarulo), 9 Manuzzi, 10 Morselli, 11 Bangal. A disp.: 12 Leoni, 13 Viola, 14 Petito, 16 Lacchini, 17 Cannataro, 20 Zito. All Cusatis.

ARBITRO: Lorenzo Maccarini di Arezzo.
ASSISTENTI: Lucio Magherini di Prato e Filippo Pignatelli di Viareggio.

RETE: 21′ pt Mencagli.

AMMONITI: Tonelli, Bonaiti, Panelli, Bangal, Soldi.

NOTE. Corner: 8-2.

I RISULTATI DELLA 33a GIORNATA DEL CAMPIONATO DI SERIE D GIRONE D E LA NUOVA CLASSIFICA

CRONACA E COMMENTO
Il primo degli ultimi sei passi del Rimini dopo lo scontro diretto, perso, nella tana del Ravenna è con l’Alcione, al “Romeo Neri”. Gli arancioni, 12° in classifica, hanno conquistato la metà dei punti dei biancorossi (40 contro 79), ma domenica hanno giocato a tennis con l’Athletic Carpi, superato 6-1. Tanasa e compagni vogliono i tre punti per preservare il +5 sui giallorossi, impegnati in questa 33a giornata sul campo della Tritium. Unico assente in casa Rimini Tomassini. Gaburro ne cambia tre rispetto alla gara del “Benelli” con Lo Duca, Panelli e Andreis che tornano titolari.

Rimini in maglia verde acqua e pantaloncini bianchi, in arancione i lombardi.

La partita. Si gioca. Al 7′ il Rimini batte il primo angolo della partita: dalla bandierina Gabbianelli per il colpo di testa, sballato, di Carboni. Sfera lontana dal bersaglio.
Una manciata di secondi dopo altro corner per i biancorossi, nulla di fatto.
Al 13’ il traversone di Pio Loco Boscariol viene bloccato da Marietta.
Al 19’ il cross di Andreis diventa un flipper tra due giocatori in arancione.
Al 21’ il Rimini passa, al termine di una bella azione: traversone da destra di Andreis, ponte di Piscitella e stoccata vincete da due passi di Mencagli. 1-0 e dedica al club manager biancorosso, Carlo Cherubini.
Al 27’ la conclusione dal limite dell’area di Andreis è ribattuta dal muro difensivo arancione.
Al 31’ quarto angolo per il Rimini: ancora Carboni svetta di testa, pallone in fallo laterale.
Al 33’ Piscitella riceve palla al limite dell’area e calcia a fondo campo.
Al 34’ Manuzzi può andare al tiro dal limite dell’area, la sfera sibila a lato di poco.
Al 40’ siluro di Gabbianelli dal limite dell’area, Vinci alza oltre la traversa. Solo angolo, il quinto, per i biancorossi.
Dalla bandierina Piscitella, il colpo di testa di Panelli viene murato dalla difesa ospite.
Al 45’ Gabbianelli prova a risolvere da dentro l’area, pallone a lato.
Dopo un minuto di recupero si va all’intervallo con il Rimini avanti 1-0.

Al 12’ dalla ripresa Haveri guadagna la linea di fondo e mette in mezzo un pallone teso che Mencagli e Andreis non riescono a capitalizzare.
Al 20’ l’Alcione batte il suo primo corner: Morselli pesca a centro area Bangal, che impatta male.
Al 25’ punizione di Morselli, Greselin sfiora di testa, mandando sul palo, Bangal da due passi ribadisce in rete ma c’è la bandierina dell’assistente alza. Gol non convalidato all’Alcione.
Al 39’ Piscitella serve a centro area Tonelli, che si libera e calcia, il palo gli nega il gol.
Al 42’ il colpo di testa da centro area di Manuzzi mette i brividi ai tifosi di casa.
Al 45’ il tentativo di Tonelli da posizione defilata trova l’opposizione di Vinci.
Al 48’ il tiro di Bangal è parato a terra da Marietta.
L’ultima opportunità è un contropiede di Ferrara, appena entrato in campo, al 50’, il suo pallone è però lungo per Arlotti. Arriva il triplice fischio. Il Rimini batte 1-0 l’Alcione e sale a quota 82 in classifica. Il Ravenna è corsaro 2-0 sul campo della Tritium ed è sempre a -5 dalla capolista.

IL DOPOGARA

LE PAGELLE DI NICOLA STRAZZACAPA

VOTA IL MIGLIOR BIANCOROSSO IN CAMPO