Indietro
mercoledì 25 maggio 2022
menu
Basket Serie B

RBR K.O. ad Ancona. Coach Ferrari: "Dobbiamo vedere come usciamo"

In foto: Un time out di RBR al PalaRossini
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
dom 24 apr 2022 22:53 ~ ultimo agg. 25 apr 18:47
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

RivieraBanca Basket Rimini sconfitta ancora da Ancona, questa volta all’ultimo tiro dopo una gara passata ad inseguire (73-71 il finale al PalaRossini, vedi notizia). Il dopogara del coach di RBR, Mattia Ferrari.

“Non si può essere contenti visto il nostro primo tempo, dopo abbiamo avuto un secondo tempo più solido e di reazione, ma il primo tempo non lascia per niente una bella sensazione. Dobbiamo capire che squadra siamo: quelli del primo tempo, svagati, nevrili, disattenti e mosci oppure quelli del secondo, che giocano, lottano e trovano risorse. Questo è il punto, dobbiamo vedere come usciamo da una sconfitta come questa, se semplicemente scornati, e questo non va bene, oppure imparando e facendo tesoro dell’esperienza vissuta, così da fare un passo in avanti.”

Pensa che dopo questa partita ci sia più da lavorare su aspetti tecnici o psicologici?
“È un aspetto mentale, legato alla prestazione che influisce sull’atteggiamento: diventa poi oggettivamente difficile giocare fuori casa contro una squadra solida. Nel secondo tempo l’aspetto mentale è stato migliore, infatti siamo riusciti a riportare la partita su binari giusti.”

Da questa partita emerge ulteriormente come Ancona sia in grado di mettervi in seria difficoltà.
“Quando perdi 2/2 con un avversario ci sono problemi di accoppiamento, di gestione del sistema di gioco e di ritmo. Probabilmente queste due partite dicono che Ancona è stata meritatamente avanti a lungo, circa l’80% del tempo: è un avversario che ci mette in difficoltà, però sarebbe bello incontrarli ai playoff.”

Coach, qual è il suo commento sul pubblico al seguito della squadra quest’oggi?
“Non si può che ringraziare il nostro pubblico, con dei tifosi così non si vuole perdere mai e stasera abbiamo l’amaro in bocca anche per questo: vorremmo rendere loro quello che danno a noi. Sono stati molto carini applaudendoci anche alla fine, il nostro compito è cercare di vincere più partite possibili a partire da quella di domenica prossima: lo dobbiamo per il lavoro della Società, per il sogno che abbiamo tutti noi e per le persone che ci tifano e stanno dalla nostra parte.”

Ufficio Stampa RivieraBanca Basket Rimini