Indietro
menu
'Sicurezza non ha colore'

Marisa Grossi (Riccione Civica): una petizione per aumentare la sicurezza

In foto: Marisa Grossi (Riccione Civica)
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mer 27 apr 2022 21:57
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email
“La sicurezza è un diritto dei residenti e un valore aggiunto per l’economia turistica.  Mentre l’Amministrazione comunale riccionese, come in tutti gli ultimi anni, sta pensando a come alleggerire le spese per la sicurezza a discapito dei commercianti e degli operatori nei vari settori turistici, sempre più i cittadini si sentono coinvolti e in dovere di dedicare energie per questa causa”.
Lo dichiara Marisa Grossi di Riccione Civica che fa sapere di avere preso contatti sia con persone che hanno prestato servizio ai massimi livelli del Ministero dell’Interno e della Difesa sia con i suoi colleghi regionali di Rete Civica, per individuare “quale possa essere il percorso migliore per risolvere questo spinoso, reale problema. Il suggerimento ricevuto è stato quello di organizzare una raccolta firme, di promuovere una petizione da mandare al Prefetto e al Ministero dell’interno: tanto più corposa sarà l’adesione, quanto più le autorità preposte saranno “costrette” a prenderla in considerazione”.
Marisa Grossi sta approfondendo le modalità per semplificare la partecipazione, “che è ovviamente aperta anche ai non residenti. Proprietari di seconde case, turisti: tutti coloro i quali sentono questo problema devono poter aderire.  La sicurezza non ha colore politico, l’iniziativa nasce dalle mie preoccupazioni di madre, imprenditrice, cittadina, che rivuole una Riccione sicura. Confido che chiunque vinca le prossime amministrative comprenda la validità di questa iniziativa, così come l’ha compresa Claudio Cecchetto, e la faccia propria”.