Indietro
menu
giovedì il Consiglio tematico

La mozione di Renzi (FdI): Statale 16, stralciare la variante di Rimini nord

In foto: Gioenzo Renzi
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 20 apr 2022 18:03 ~ ultimo agg. 18:04
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Anche Gioenzo Renzi di Fratelli d’Italia aggiunge la sua voce a quelle che chiedono di rivedere il progetto della variante di Rimini nord per la nuova Statale 16. Lo farà con una mozione nella seduta tematica del Consiglio Comunale in programma giovedì alle 18.30. Un tracciato troppo impattante sulla zona agricola, spiega Renzi che come alternative propone l’allargamento della Tolemaide e un asse di collegamento parallelo a via Orsoleto tra fiera e A14.


L’intervento di Gioenzo Renzi:

Nel Consiglio Comunale sulla “Nuova Statale 16”, chiesto dai consiglieri della “minoranza”, ho presentato la Mozione: “Stralciare il Tratto Uno Igea Marina-Santa Giustina, del Progetto di Variante alla Statale 16” per salvare questa zona agricola speciale.

Il nuovo tracciato della Statale 16 prevede una biforcazione da Igea Marina, prima del ristorante “La Fortezza”, sulla Via Popilia, attraversando i terreni agricoli, a nord e a sud della via Tolemaide, per poi ricongiungersi e proseguire in parallelo all’autostrada A14, fino a Riccione, Misano e Cattolica. La variante alla Statale 16 è un’importante implementazione per la viabilità della nostra Provincia, specialmente nella zona sud, di Riccione e Misano, dove l’attuale Statale 16 attraversa i centri abitati, con un impatto rilevante sulla qualità della vita e dell’aria per i residenti.

Purtroppo, l’attuale variante comporta, al contempo, preoccupanti criticità nella zona di Rimini Nord, in particolare, nel Tratto Uno: da Igea Marina a Santa Giustina, caratterizzata da una forte vocazione agricola; in tale area operano molte aziende agricole-orticole e la realizzazione della variante, danneggerebbe fortemente tali attività economiche e la loro produzione.

Infatti, in questo tratto, è attualmente in programma la costruzione di una strada di asfalto, larga circa 25 metri, con due corsie per senso di marcia, che taglierebbe in diagonale i terreni delle aziende agricole; con il conseguente carico di inquinamento ambientale, acustico e visivo di traffico veicolare pesante, che stravolgerebbe l’immagine e l’esistenza di questa campagna, la vita e il lavoro degli agricoltori.

Oltre alla Nuova Strada Statale, che incrocia la Via Orsoleto, sono previsti sottopassi, cavalcavia, ponti, con un impatto ambientale che sarebbe sconvolgente su quest’area agricola di complessivi 400 ettari, nella quale è attualmente presente la coltivazione di ortaggi di primaria qualità, grazie alla fertilità del terreno, con bassissima percentuale di sabbia e alla presenza di falde acquifere.

Pertanto, sosteniamo concretamente l’esigenza primaria di salvaguardare le peculiarietà di questo territorio, valorizzandone il tessuto produttivo: uomini e donne che lavorano e vivono nell’agricoltura, coltivando prodotti a chilometro zero (qui è raccolta il 40% della lattuga nella Regione Emilia-Romagna). Riteniamo fondamentale preservare l’integrità delle falde acquifere, per le idonee colture degli ortaggi e l’equilibrio eco-sistemico di questa area agricola con caratteristiche uniche.

Per queste ragioni, con la Mozione chiediamo al Sindaco del Comune di Rimini, Provincia, Regione, Ministero dell’Ambiente e ANAS di “Stralciare il tratto uno Igea Marina-Santa Giustina del Progetto di Variante alla Statale 16“ per preservare interamente l’attività agricola e l’equilibrio ambientale del territorio; e al contempo proponiamo al Progetto di Variante alla Statale 16, le seguenti soluzioni alternative, nel Tratto Uno Igea-Marina-Santa Giustina:

L’ampliamento, a quattro corsie, della Via Tolemaide dalla rotatoria sulla Statale 16, alla rotatoria del Casello dell’Autostrada, fino alla rotatoria sulla Via Emilia;

Il collegamento diretto, parallelo alla Via Orsoleto, dalla Fiera al Casello dell’Autostrada, per fluidificare il traffico veicolare durante le manifestazioni fieristiche. Queste sono le nostre proposte concrete e coerenti per tutelare e valorizzare il paesaggio e l’identità del territorio.