Indietro
sabato 28 maggio 2022
menu
Semifinali d'andata

Coppa Titano, domenica le semifinali: La Fiorita-Tre Fiori e Folgore-Domagnano

In foto: ©FSGC
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
sab 23 apr 2022 15:24
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Con i verdetti della regular season di campionato messi ormai in archivio, il calcio sammarinese è pronto a lasciare spazio alla Coppa Titano, che – interrotta lo scorso 8 dicembre – riprenderà il filo dalle semifinali.

Domani (domenica) i due match di andata, entrambi disponibili in live streaming su TITANI.TV, la nuova piattaforma OTT della FSGC che, dopo il debutto assoluto in occasione dell’amichevole della Nazionale maggiore contro Capo Verde, disputata in campo neutro, si accinge a fare il suo esordio entro i confini della Repubblica. I quattro club superstiti coincidono solo per metà con le Fab Four che in campionato hanno meritato l’accesso diretto ai play-off.

La Fiorita e Tre Fiori appartengono ad entrambe queste élite e saranno di fronte in un match che sa di riproposizione della scorsa finale, quando servì una serie infinita di calci di rigore prima del trionfo di Montegiardino. Proprio in virtù di quel successo la squadra di Lasagni ha saltato il primo turno dell’attuale edizione del torneo più antico del Titano. Il suo cammino è iniziato direttamente ai quarti di finale: lì ha superato il Faetano imponendosi sia all’andata che al ritorno senza subire reti, e pertanto il clean sheet assoluto fa ancora parte degli obiettivi collaterali della squadra recentemente incoronata come testa di serie nr. 1 del campionato, presupponendo senza tema di smentite che quello principale sia mettere in bacheca la settima Coppa Titano della propria storia. Le altre tre candidate, ça va sans dire, si presentano a questo appuntamento con due partite in più alle proprie spalle.

Il Tre Fiori non può vantare il clean sheet assoluto ma è più che buono il bilancio complessivo del percorso gialloblù, iniziato con un doppio derby contro il Fiorentino – pareggio all’andata, successo per 2-0 del Tre Fiori al ritorno – e proseguito con le due sfide al Pennarossa, entrambe vinte ma con parziali differenti: di misura il successo dei primi 90’ con Ferraro quale match winner; più netto il divario nella gara di ritorno, finita 3-1. Capitolo precedenti stagionali: qui comanda La Fiorita grazie al successo della gara di andata, mentre al ritorno fu un pirotecnico 3-3 con rimonta del Tre Fiori firmata da Simoncini e De Lucia, entrambi assenti domani: il primo per infortunio, il secondo per squalifica, al pari di D’Addario.

L’altra semifinale metterà di fronte due squadre non ancora ai play-off di campionato. Sia Folgore che Domagnano dovranno passare dalle forche caudine del Turno Preliminare per garantirsi un posto fra le otto che si giocheranno il titolo. Solo i campioni in carica potranno avvalersi, in caso di pareggio, del vantaggio della classifica. Il Domagnano invece dovrà imporsi nell’aggregato delle due sfide alla Libertas, conseguenza naturale di un cammino stagionale che, dopo l’avvio spumeggiante fatto di quattro vittorie consecutive, ha faticato a trovare continuità, alternandosi fra vittorie galvanizzanti e dolorose cadute. Al primo caso appartiene certamente il successo contro il Tre Penne all’andata dei quarti di finale: quel 2-0 firmato da Parma e Gabellini ha permesso ai Lupi di incassare senza conseguenze la sconfitta di misura del ritorno, estromettendo dalla corsa una delle più accreditate candidate alla vittoria finale. Agli ottavi erano state invece due vittorie sul San Giovanni a spingere i Lupi al secondo step del tabellone. Quanto alla Folgore, quello della scarsa continuità è certamente un tratto in comune con i prossimi avversari di coppa. E in un certo senso ciò è rappresentato anche dalle quattro gare disputate nel torneo, nelle quali successi e pareggi si sono alternati perfettamente: il cammino era iniziato con un pareggio contro la Libertas cui aveva fatto seguito, sempre contro i granata, una clamorosa vittoria per 5-1. Poi un altro pareggio – questo senza reti – ad inaugurare la doppia sfida al Murata, alla fine positiva per i Giallorossoneri grazie al 2-1 imposto ai Bianconeri l’8 dicembre, in occasione del ritorno. Sbilanciato dalla parte giallorossa il computo dei precedenti stagionali: i Lupi avevano inaugurato proprio contro la Folgore, vincendo 1-0, la striscia delle quattro vittorie iniziali; al ritorno, stesso risultato: ma se in precedenza era stato Mattia Ceccaroli a decidere, il 2 aprile la palma di match-winner è andata a Karim Bara. Domani sarà assente Nanni per squalifica.

Questo il programma delle semifinali:

FSGC | Ufficio Stampa