Indietro
sabato 28 maggio 2022
menu
FSGC

Campionato Sammarinese: gli ultimi 90' per decidere la griglia finale

In foto: ©FSGC
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
mar 19 apr 2022 19:13
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

I discorsi “che contano” sono ormai chiusi e pertanto l’ultima giornata della regular season servirà per ufficializzare l’ordine di arrivo e stabilire gli accoppiamenti delle fasi che seguiranno, ad iniziare da quel Turno Preliminare che rappresenta la porta di ingresso per coloro che intendono raggiungere La Fiorita, Tre Penne, Tre Fiori e Virtus ai play-off.

Escluse dalle pretendenti Cosmos, Juvenes-Dogana e Cailungo, mentre otto squadre su quindici si apprestano a scontrarsi in quelli che impropriamente – ma eloquentemente – vengono definiti “spareggi”, con una logica di abbinamento “a tenaglia” che vedrà opposte la quinta e la dodicesima, la sesta e l’undicesima e così via. Dunque, chiudere l’ultimo turno di campionato nella migliore posizione di classifica possibile assume un’importanza di tipo strategico, ma anche pratico se si considera che le sfide del Turno Preliminare non prevedono i tempi supplementari al temine della gara di ritorno, ma si risolveranno, in caso di parità, sulla base del miglior posizionamento conquistato nella regular season.

Un paio di squadre non potranno in alcun modo migliorarsi. Domagnano e Fiorentino sono troppo distanti dalla formazione precedente e da quella seguente, e quindi chiuderanno certamente al 10° posto (il Domagnano) e al 9° (il Fiorentino). Nelle restanti sei posizioni, i giochi sono aperti. La più ambita è senz’altro la quinta, occupata oggi dal Pennarossa ma con un vantaggio che non lascia al sicuro i Biancorossi dal Faetano, distante una sola lunghezza. Nulla da fare invece per la Libertas, che nonostante segua con tre punti di ritardo accusa lo svantaggio negli scontri diretti e può al massimo insidiare la sesta posizione, quella del Faetano. Domani i granata saranno opposti alla Folgore, che li segue con un ritardo di un punto e che può ragionevolmente pianificare un sorpasso all’ultima curva, magari doppio se il Faetano dovesse fallire l’appuntamento con il Cailungo. In effetti lo storico stagionale premia la Folgore negli scontri diretti con la squadra gialloblù, e dunque la prospettiva di chiudere la regular con un duplice balzo di classifica regalerà energie supplementari ai campioni in carica in quello che si configura come l’incontro più succulento dell’intera giornata.

Ci sono logiche di classifica in ballo ma, certo, la differenza di blasone rende meno “appetibile” la sfida fra Pennarossa e Cosmos. I Gialloverdi, ultimi, potrebbero essere animati dalla voglia di sfruttare l’ultimissima chance per sbloccare la casella delle vittorie in campionato, mestamente fissa sullo 0. Ma è facile immaginare che la determinazione dei Biancorossi di Selva, unita alla necessità di proteggere la posizione più ambita fra quelle che portano al Turno Preliminare, marcherà una differenza decisiva.

Contro un Domagnano che – lo si anticipava – non si gioca alcun progresso di classifica, il San Giovanni cercherà di garantirsi l’11a posizione e quindi un abbinamento leggermente diverso da quello peggiore possibile.

Chi segue i Rossoneri, ossia il Murata, cercherà invece il sorpasso in extremis nella sfida alla Virtus, motivata però a sua volta da logiche di classifica. Lo scontro diretto dell’ultima giornata ha infatti negato – per il momento – la base del podio alla squadra di Acquaviva.

Il Tre Fiori, che l’ha agganciata ma in realtà superata proprio sulla base di quell’incrocio, non ha altro pensiero se non quello di rispettare il pronostico nella sfida che lo oppone alla Juvenes-Dogana, viatico fondamentale per chiudere in una posizione che possa garantire un minimo vantaggio negli abbinamenti dei play-off, ricordando che le prime quattro saranno accoppiate alle uscenti dal Turno Preliminare sulla base del posizionamento in questa regular season: la testa di serie numero uno sarà abbinata alla squadra peggio posizionata, la numero due avrà il secondo miglior abbinamento e così via.

E se la querelle per la terza posizione sarà risolta solo al termine degli ultimi 90’ della regular, nessun dubbio
circa il fatto che testa di serie numero uno sarà in ogni caso La Fiorita. Con il Tre Penne a riposo, e in svantaggio negli scontri diretti, la convivenza a quota 59 punti rappresenta un mero aspetto formale per la squadra di Montegiardino, che potrà permettersi anche di perdere con il Fiorentino, domani, e comunque guardare tuti dall’alto in basso. Assenti per squalifica in questo ultimo turno Nanni (Domagnano), Molinari (Fiorentino), De Biagi, Montebelli e Angelini (San Giovanni), Liverani, Iuzzolino, e Muccioli (Cailungo), Guidi (La Fiorita), Soumah (Faetano), Nigretti (Libertas) e i tecnici Tognacci (San Giovanni) e Girolomoni (Faetano).

Questo il programma completo della 30a giornata di campionato:

FSGC | Ufficio Stampa