Indietro
lunedì 16 maggio 2022
menu
vicino al pattinodromo

Uno skatepark in zona parco della Resistenza a Riccione. Approvato progetto

In foto: il progetto
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 11 mar 2022 11:56 ~ ultimo agg. 16:28
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Una pista da skateboard da mille metri quadri al parco della Resistenza di Riccione, in prossimità del pattinodromo. Il progetto di fattibilità tecnica ed economica del nuovo skatepark, redatto dallo studio tecnico associato Lotti & Partners con sede a Ravenna, è stato approvato dalla giunta per un importo complessivo di oltre 400.000 euro.

Una disciplina sportiva per la quale l’amministrazione è in dialogo costante con la Federazione italiana per mantenere legami in vista di future collaborazioni. La pista in forma ovalica irregolare sarà comprensiva di terrazzini e zone di servizio, parzialmente fuori terra in elevazione, con andamenti pianeggianti, inclinati e curvilinei.

L’impianto progettato per permettere un utilizzo molto ampio, sia per chi è alle prime armi che per stimolare i pattinatori più esperti – afferma l’assessore ai Lavori Pubblici e Ambiente, Lea Ermetisarà un nuovo punto di ritrovo per i giovani dove poter praticare in libertà e divertimento le discipline sportive su rotelle. Lo skatepark che coinvolge diverse fasce d’età, anche bambini e famiglie, non ha infatti solo finalità sportive, ma anche sociali. Moderno e molto atteso, sarà direttamente raggiungibile a piedi o in bicicletta attraverso la prevista pista ciclabile di via Bologna inserita nel piano di riqualificazione stradale, percorrendo via Montebianco o le altre piste del circuito ciclabile esistente”.

Considerati dai progettisti i più recenti interventi di realizzazione dei parchi per lo skate è emersa inoltre la scelta di un’apposita conformazione e materiali idonei allo svolgimento di manifestazioni sportive nazionali della federazione italiana di skateboard e di BMX in sostituzione delle rampe di serie ed anche per motivi di maggiore resistenza nel tempo e minore manutenzione, oltre a consentire una più ampia libertà espressiva per le proposte di gare ed eventi.