Indietro
menu
Cantieri a Riccione

Scuole vie Capri e Catullo pronte prima dell'estate. A settembre palestra Ionio

In foto: sopralluogo alla scuola Fontanelle
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
gio 10 mar 2022 13:44 ~ ultimo agg. 13:46
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Saranno pronte prima dell’estate le scuole Fontanelle in via Capri e via Catullo mentre a settembre toccherà alla palestra di via Ionio, adiacente alla scuola media F.lli Cervi. In mattinata i cantieri scolastici sono stati visitati dagli assessori ai Lavori Pubblici e ai Servizi Educativi, Lea Ermeti ed Alessandra Battarra con i tecnici comunali, il dirigente del settore ai Lavori Pubblici, Michele Bonito e il responsabile dei cantieri Giovanni Morri, assieme al dirigente scolastico IC Zavalloni, Nicola Tontini.

La ditta incaricata dei lavori alla scuola elementare Fontanelle di via Capri procederà entro la settimana al completamento delle nuove aule. La nuova ala copre una superficie complessiva di 3000 mq, suddivisa in oltre 2100 mq al piano terra e 800 al primo piano. Dieci le aule realizzate per una capienza di 50 mq ciascuna con riscaldamento a pavimento, cinque per piano. La mensa di 230 mq e la biblioteca sono collocate al piano terra. Al primo piano è stata ricavata anche una piccola palestra di 200 mq utile per attività ginnica a corpo libero. Mentre la grande palestra realizzata con tribuna da 150 posti sarà facilmente fruibile dagli alunni attraverso due collegamenti con la nuova ala e lo stabile preesistente, oltre ad essere utilizzabile con ingresso separato dalle società esterne per partite di basket e pallavolo.

Una seconda opera pubblica al quartiere Fontanelle riguarda un’altra palestra a fianco della scuola media F.lli Cervi, in via Ionio. Gli operai sono al lavoro per completare gli spogliatoi, arrivato il legno si procederà alla copertura in modo da terminare l’opera a settembre.

Per la scuola elementare “Marina Centro” di via Catullo con fine lavori previsto a maggio. La nuova scuola, realizzata interamente in legno dispone di 5 aule ma sarà del tutto innovativa a partire dalla conformazione architettonica a forma di fiore con pareti mobili tra una e l’altra così da permettere l’interazione tra più classi, con banchi a forma di fiore, quindi circolari, e un’area verde esterna da cui ricavare un giardino o un orto per classe. Luminosa, con tante finestre e legno, la nuova struttura sarà dotata di una palestra, che prima mancava, e di una mensa convertibile in un auditorium con gradoni della capienza di 70 studenti.

Costruire scuole nuove con spazi belli, adeguati, efficienti energeticamente e con standard di qualità elevati – dichiara l’assessore ai Lavori Pubblici Lea Ermetiè fondamentale per gli alunni e per chi nelle scuole stesse ci lavora perché sono luoghi di educazione, socialità e apprendimento per i nostri figli. Da qui la volontà dell’amministrazione di investire sull’edilizia scolastica e su scuole completamente rinnovate per la città. Nonostante il periodo non facile per la realizzazione dei lavori, tra procacciamento dei materiali e tempi di consegna dilatati a cui sono state sottoposte le imprese, i cantieri scolastici sono uno alla volta prossimi alla conclusione così come tantissimi altri, dal lungomare Goethe, alle riqualificazioni in corso di viale San Martino ai quartieri. Un impegno quotidiano e capillare per cui ringrazio tutto il personale del settore Lavori Pubblici. Vorrei naturalmente ricordare anche la scuola Panoramica per la quale c’è un continuo interfacciarsi con l’impresa appaltatrice che ha presentato una variante in termini di massima sicurezza della struttura così da portare a compimento anche questo plesso del quartiere Riccione Paese”.

La variante presentata dall’impresa per la realizzazione della palestra alla scuola Panoramica e i cui lavori sono in corso, è di classe 4 con la maggiore resistenza dal punto di vista sismico. Sarà estesa anche al corpo dell’edificio lato mare con laboratori e mensa da realizzare entro maggio con l’arrivo del legno, così da rendere omogeneo e massimo il livello di sicurezza della struttura.

Da tempo siamo impegnati per dare ai ragazzi luoghi d’eccellenza e di prim’ordine dove studiare o svolgere attività sportive. Dopo la storica scuola di Riccione Paese e la nuova palestra Alghero – afferma l’assessore ai Servizi Educativi Alessandra Battarrail prossimo anno scolastico Riccione avrà altre scuole e palestre nuove con la luce del sole come principale fonte di illuminazione, un contatto visivo diretto con la natura, spazi flessibili e materiali naturali. Nei prossimi giorni convocherò un tavolo con la dirigenza scolastica e i rappresentanti di consiglio d’istituto per fare il punto sulla situazione logistica per il futuro anno scolastico”.