Indietro
domenica 29 maggio 2022
menu
Fed. Sammarinese Attività Subacquee

Nuoto pinnato: l'esordio di San Marino in Coppa del Mondo è da top ten

di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mar 22 mar 2022 10:53
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

La prima volta ad una tappa di Coppa del Mondo, per la Federazione Sammarinese Attività Subacquee, è andata oltre le più rosee aspettative. Alla seconda prova del circuito iridato di nuoto pinnato, andata in scena nel weekend a Lignano Sabbiadoro, hanno preso parte per San Marino Emma Bollini e Camilla Sansovini, reduci dai Campionati Italiani assoluti di due settimane fa. Al via 21 Nazionali, 92 club e un totale di circa 800 atleti.

Accompagnate dal tecnico Giuseppe Ierardi, le due portacolori biancazzurre hanno dato il meglio di loro.

Emma Bollini, in gara nella categoria assoluta Under 18, ha rotto il ghiaccio nei 50 metri pinne, fermando il cronometro leggermente sopra il suo personale ma comunque in linea con i suoi tempi. Una prova che le è valso un positivo 18° posto su 67 atlete, davanti ad atlete provenienti, tra le altre, da Nazioni come Ungheria, Francia e Svizzera, che vantano una tradizione ben più importante di quella sammarinese. Nei 100 metri pinne ha confermato il suo personale chiudendo al 20° posto.

Camilla Sansovini, tornata in piena forma dopo gli Assoluti, ha dato il meglio di sé, mantenendo quella concentrazione necessaria per una competizione di questo calibro. Nei 50 pinne ha abbassato il suo personale di mezzo secondo, chiudendo nella top ten iridata con un incredibile 9° posto. Ottima anche la prestazione nei 100 pinne, dove è riuscita ad abbassare il suo miglior tempo di un secondo, chiudendo in 18esima posizione.

“Per la nostra Federazione è un risultato eclatante – commenta il presidente federale Leonardo Sansovini -. Siamo partiti con tutti i timori del caso e ci siamo ritrovati con un risultato che per noi equivale a una vittoria. L’esperienza a livello internazionale rappresenta inoltre un’occasione di crescita per la nostra realtà. Siamo molto soddisfatti delle prestazioni di entrambe le ragazze. Un grazie al tecnico Giuseppe Ierardi che, rientrato in squadra a febbraio dopo un periodo di sosta, ha preparato al meglio le nostre atlete”.