Indietro
menu
dal 25 febbraio al 18 marzo

Testimoni di speranza. Al Punto Giovane "arriva" Beppe Carletti

In foto: Beppe Carletti
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
mar 22 feb 2022 11:15
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Ridare vigore alla speranza nelle sue varie sfaccettature, attraverso le testimonianze di personaggi che vivono questa virtù attraverso la propria professione o missione. Nasce così la rassegna “Testimoni di Speranza”, che associazione onlus Punto Giovane di Riccione ha organizzato con un gruppo di amici, con la convinzione che soprattutto in tempi di pandemia sia necessaria un’iniezione di speranza, nostro “secondo sistema immunitario, indispensabile per riallacciare relazioni e per guardare in avanti con ottimismo e, appunto, speranza”. Le tre serate si potranno seguire attraverso il canale Youtube di Pregaudio.  

“Papa Paolo VI diceva: abbiamo bisogno di testimoni più che maestri – commenta  don Franco Mastrolonardo, ideatore del Punto Giovane di Riccione -. Credo che questo valga ancora e soprattutto per i giorni nostri. Per questo incontriamo amici che, pur essendo maestri, ci raccontino della loro vita come segno di speranza. Sono tre gli incontri gratuiti, online in diretta Streaming, previsti sempre di venerdì dal 25 febbraio al 18 marzo”.

Si parte venerdì 25 alle 21 col musicista Beppe Carletti, coofondatore (assieme allo storico Augusto Daolio) del gruppo musicale de I Nomadi, ora leader ed unico membro stabile della formazione. Seguiranno il 4 marzo don Gianni Castorani, fondatore dell’associazione Sentinelle del Mattino di Pasqua e di una “Scuola di evangelizzazione” e il 18 marzo Paolo Curtaz,  teologo, giornalista e scrittore.

 

Beppe Carletti – Testimone di speranza attraverso la musica. Coofondatore (assieme allo storico Augusto Daolio) del gruppo musicale de I Nomadi, ora leader ed unico membro stabile della formazione.

 

Dal 1999 Carletti è cittadino onorario di Riccione, dove nel 1963, il gruppo musicale ha dato il “la” alla sua carriera, esibendosi per un’intera estate al Frankfurt Bar, che si trovava in piazzale Azzarita (zona Alba) all’angolo con viale Milano. E’ stato l’inizio di un lungo feeling con la cittadina rivierasca, dove negli anni ha tenuto numerosi concerti, compreso quello tenuto in occasione della prima Festa nazionale degli obiettori di coscienza, organizzato dalla cooperativa culturale riccionese Comunità aperta e la tre giorni per quarantennale della band.

E’ il gruppo pop rock più longevo nel mondo, secondo solo ai Rolling Stones, nel tempo si è contraddistinto per il suo costante impegno nel sociale, nonviolenza e ambiente. Ogni anno il gruppo si pone sempre un obiettivo solidale, in occasione dei suoi coinvolgenti concerti raccoglie ciò che serve per i più deboli.

I Nomadi sono Beppe Carletti (tastiere, fisarmonica e cori – dal 1963), Cico Falzone (chitarre e cori – dal 1990), Daniele Campani (batteria – dal 1990), Massimo Vecchi (basso, voce – dal 1998), Sergio Reggioli (violino, voce – dal 1998), Yuri Cilloni (voce – dal 2017).

Al loro attivo oltre 15milioni di dischi venduti e numerosi premi.

Don Gianni Castorani, sacerdote dal 2010, fondatore dell’associazione Sentinelle del Mattino di Pasqua e di una “Scuola di evangelizzazione” legata al progetto Jeunesse Lumière di padre Daniel-Ange. Il suo apostolato è dedicato soprattutto all’evangelizzazione di strada, cammino che ha cominciato a fare nel 1995, durante una missione di strada condivisa con il Rinnovamento nello Spirito in nord Italia. Un’occasione particolare che gli ha fatto scoprire quanta ricerca di Dio c’è nel cuore dei giovani. Dopo questa esperienza ha conosciuto Daniel Ange, monaco di origine belga che ha fondato la scuola di evangelizzazione “Jeunesse Lumière” in Francia nel 1984. Ha così frequentato la sua scuola ed è rimasto con lui affiancandolo nell’evangelizzazione di strada dal 1998 al 2001. Ha poi riportato quest’esperienza a Firenze.

La  “scuola di evangelizzazione” è una scuola dei giovani e per i giovani, sono circa una decina quelli che ogni anno lasciano tutto e si dedicano a questa opportunità formativa. Sono ragazzi e ragazze dai 18 ai 30 anni che si donano al Signore per una straordinaria esperienza di fede. La scuola è a Bagno a Ripoli, zona Firenze sud, nel monastero dello Spirito Santo. http://www.scuoladievangelizzazione.it

Paolo Curtaz è teologo, scrittore e giornalista. Alterna il suo tempo tra la montagna, la sua famiglia e la voglia di conoscere le cose di Dio. Si definisce scherzosamente evangelizzatore free-lance.

La sua ricerca unisce la meditazione della Parola alla condivisione della vita con le migliaia di persone, credenti e non credenti, che incontra ogni anno durante conferenze, pellegrinaggi, attività online e social, webinar. È considerato una delle voci spirituali capaci di intercettare le domande di senso dell’oggi.  

Ha pubblicato oltre cinquanta libri, tradotti in sei lingue. L’ultimo, uscito dal primo febbraio in libreria,  s’intitola: Dio c’è ed è bellissimo (Piemme Edizioni).  Tra  i tanti Perché restare cristiani (Mondadori 2010), L’amore e altri sport estremi (San Paolo 2012),  Il cercatore, lo scampato, l’astuto, il sognatore – Storie di patriarchi e matriarche tutti cercatori di Dio (San Paolo 2016) e Non è una parentesi (Effatà 2020).

Nei primi dieci anni (2009-2020) dell’associazione Zaccheo, della quale è coofondatore, ha tenuto oltre 650 conferenze che hanno radunato 87.000 persone, le pagine dei suoi siti sono state visualizzate 8 milioni di volte.