Indietro
menu
"Da ristori 1% fatturato"

Ripartono le discoteche. Intervista a Pinton: col Musica riapriamo a Pasqua

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
gio 10 feb 2022 12:01 ~ ultimo agg. 13:45
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

L’11 febbraio potranno riaprire le discoteche in tutta Italia dopo lo stop scattato prima di Natale. A Tempo Reale se ne è parlato con Tito Pinton, patron del Musica di Riccione e di altri locali in Italia. “Era ora. Al momento apro solo in Veneto, a Riccione aprirò a Pasqua perché abbiamo dei lavori in corso all’interno – dice –. I provvedimenti del Governo dimostrano che non conoscono il nostro settore e l’industria del divertimento. I locali strutturati, che sono rimasti in piedi, programmano anno per anno.

Le regole da rispettare per la riapertura sono le stesse in vigore prima dello stop: Super Green pass per accedere e capienza limitata al 50% al chiuso e al 75% all’aperto. “Col 50% non si sta in piedi e credo che sarà difficile rispettarlo” ammette Pinton ricordando le sei multe prese nell’estate 2021 dal suo locale su otto serate organizzate. Ma era una questione di principio precisa: “abbiamo 4mila metri di giardino ed è assurdo impedire alla gente di frequentarlo. Non abbiamo avuto nessun focolaio e abbiamo dimostrato che tracciando la gente e facendo i tamponi si può evitare il contagio. Non volevo certo fare il furbo.” Altro aspetto messo in luce da Pinton, quello dei ristori: “sono stati insufficienti, io ho preso l’1% del fatturato perso con le chiusure.