Indietro
mercoledì 18 maggio 2022
menu
Calcio Serie D

Progresso-Rimini 0-0. Gol fantasma di Tomassini all'85'

In foto: Il gol fantasma di Tomassini
di Roberto Bonfantini   
Tempo di lettura lettura: 4 minuti
mer 16 feb 2022 11:10 ~ ultimo agg. 17 feb 18:53
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 4 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

PROGRESSO-RIMINI 0-0

In Serie A adesso (con l’utilizzo della tecnologia) non succede più. Ma è successo diverse volte anche nella massima serie. In Serie D succede ancora, e chissà per quanto altro tempo ancora potrà accadere. Fatto sta che il Rimini vede interrompersi a cinque la sua striscia vincente per una clamorosa svista della terna, che non si accorge che il pallone calciato da Tomassini al 40′ della ripresa venga respinto dal portiere Celeste dopo aver già varcato abbondantemente la linea di porta. Un erroraccio che costa ai biancorossi due punti preziosi e che permette al Ravenna (vittorioso 3-1 con la Correggese) di portarsi a -3 dalla vetta, con lo scontro diretto ancora da giocare (al “Benelli”). Un’iniezione di fiducia ulteriore che potrebbe mettere le ali ad una squadra che, al pari della truppa di Gaburro, sta viaggiando a velocità galattiche. A Castelmaggiore non si vede la miglior versione del Rimini, bene imbrigliato da una squadra attenta a chiudere ogni pertugio. Arrivare dalle parti di Celeste non è così facile ed il primo tempo va agli archivi con una supremazia territoriale biancorossa piuttosto sterile. Nella ripresa Tanasa e compagni salgono di tono, soprattutto quando Gaburro inserisce la doppia torre (Tomassini che si posiziona al fianco di Mencagli) e Ferrara (per un Piscitella al di sotto del suo rendimento abituale). Così l’ultimo quarto d’ora è giocato dai romagnoli all’arrembaggio, con il pallone che arriva spesso nell’area bolognese. Senza che però nessuno riesca a scaraventarlo in rete, a parte in un’occasione. Peccato che arbitro e guardalinee siano gli unici nello stadio a non rendersene conto. E che i tre punti si trasformino così in uno solo.

IL TABELLINO
PROGRESSO: 1 Celeste, 2 Mele, 3 Ferraresi, 4 Cocchi, 5 Fiore, 6 Gulinatti, 7 Cantelli (24′ st 19 Badiali), 8 Bagatti, 9 D’Amuri (42′ st 14 L. Esposito), 10 Marchetti, 11 Grazia. A disp.: 12 Tartaruga, 13 Rossi, 15 Mantovani, 16 E. Esposito, 17 Cavallini, 18 Sansò, 20 Matta. All. Chezzi.

RIMINI: 1 Marietta, 2 Deratti (29′ st 18 Lo Duca), 3 Haveri, 4 Tanasa, 5 Carboni, 7 Tonelli (12′ st 21 Tomasini), 9 Mencagli, 10 Gabbianelli, 11 Piscitella (18′ st 17 Ferrara), 26 Greselin (34′ st 23 Callegaro), 31 Pietrangeli. A disp.: 22 Piretro, 6 Panelli, 8 Pari, 15 Contessa, 24 Pecci. All. Gaburro.

ARBITRO: Alessandro Silvestri di Roma 1.
ASSISTENTI: Alberto Callovi e Alessia Cerrato, entrambi di San Donà di P.

AMMONITI: Gabbianelli, Fiore, Bagatti, Cocchi, Carboni, Badiali.

NOTE. Corner: 2-5. Al 47′ allontanato il viceallenatore del Rimini, D’Alterio per proteste.

I RISULTATI DELLA 24a GIORNATA DEL CAMPIONATO DI SERIE D GIRONE D E LA NUOVA CLASSIFICA

CRONACA E COMMENTO
Allo stadio “Weisz” di Castel Maggiore si gioca quasi un testacoda: il Rimini, capolista con 57 punti, fa visita al Progresso, che 15 dei suoi 18 punti in classifica li ha conquistati però tra le mura amiche. Tanasa e compagni vogliono continuare la striscia vincente aperta dopo la caduta sul campo del Ghivizzano e che dura da cinque giornate. Gaburro, che ritrova Tomassini ma non Andreis, conferma l’undici iniziale che sabato ha battuto 4-1 il Forlì.

Locali in maglia blu e pantaloni azzurri. In maglia a scacchi biancorossi il Rimini.

La partita. Si gioca. Al 4′ punizione dal limite dell’area per gli ospiti: Gabbianelli mette in mezzo, la retroguardia bolognese rinvia.
Al 6′ Pietrangeli controlla male, regalando la sfera a D’Amuri, che avanza e spara alle stelle.
All’8′ su calcio piazzato dal limite Gabbianelli cerca la porta, pallone telefonato per Celeste.
Il primo corner della partita è per il Progresso, al 9′: batte Marchetti, Bagatti colpisce di testa, sfera a fondo campo.
Al 24′ ancora una punizione per il Rimini: Gabbianelli per il colpo di testa di Carboni, che mette in mezzo, ma è in fuorigioco.
La gara stenta a decollare. Prima mezzora giocata con intensità soprattutto sulla mediana.
Al 33′ Gabbianelli lavora palla a destra e mette in mezzo, Mencagli di testa, Celeste vola e devia in angolo, il primo per i romagnoli. Gabbianelli dalla bandierina serve Greselin fuori area, traversone allontanato dai padroni di casa.
Al 39′ Cantelli cerca in verticale Marchetti, anticipato da Marietta, in uscita bassa.
Al 44′ Gulinatti fa filtrare per D’Amuri, che frana a terra in area dopo il contatto con Haveri, reclamando un rigore che l’arbitro non gli accorda.
Si va all’intervallo, dopo un minuto di recupero, sullo 0-0.

Si gioca il secondo tempo. Al 2′ cross di Piscitella da sinistra, Celeste esce a fa sua la sfera.
Al 6′ punizione di Gabbianelli dall’out di sinistra, pallone in area, Pietrangeli commette fallo su un difensore locale.
Al 10′ Tonelli duetta con Mencagli, poi cerca l’assist per un compagno anziché calciare in porta, favorendo la chiusura della difesa in angolo.
Sugli sviluppi lo stesso Tonelli questa volta ci prova, spedendo lontano dal bersaglio.
Al 12′ Gaburro si gioca la carta Tomassini, che entra al posto di Tonelli.
Al 14′ il calcio piazzato di Gabbianelli sorvola la traversa.
Al 17′ il tentativo di Ferraresi è lontano anni luce dalla porta di Marietta.
Al 18′ entra Ferrara per Piscitella.
Al 19′ anche la conclusione di Greselin è lontanissima dal bersaglio.
Al 20′ secondo corner per i padroni di casa. Fallo in attacco di Bagatti.
Al 21′ il Rimini chiede il rigore per una trattenuta in piena area su Tomassini. Per il signor Silvestri di Roma si può proseguire.
Al 22′ cross basso di Haveri e deviazione di Ferrara, solo illusione del gol con la sfera che termina a lato.
Al 27′ traversone lungo di Ferrara, Deratti mette in mezzo per Tomassini, Celeste si salva in angolo.
Nulla di fatto sugli sviluppi.
Al 35′ corner per il Rimini: il neoentrato Callegaro per l’incornata in tuffo di Tanasa, pallone a lato.
Al 40′ Gabbianelli per Ferrara, che mette al centro, Mencagli non ci arriva, Tomassini sì, Celeste respinge quando la sfera ha già varcato la linea di porta. Ma per arbitro e assistente il pallone non è entrato. Gol fantasma del Rimini.
Al 44′ punizione dal limite dell’area per il Rimini: Gabbianelli calcio di un soffio oltre la traversa.
Al 45′ cross da destra di Ferrara, sia Tomassini che Mencagli tentano l’acrobazia, colpisce il nove, pallone a lato.
Tre i minuti di recupero.
Al 46′ angolo di Gabbianelli per Carboni, il cui colpo di testa viene parato da Celeste.
Al 49′ cross basso di Ferrara, la retroguardia di casa fa muro.
L’ultima opportunità è per Tomassini, che incorna alto di un niente il calcio da fermo di Gabbianelli.
Finisce 0-0. Si ferma a cinque la striscia di vittorie del Rimini, che infila comunque il sesto risultato utile di fila. Ne approfitta il Ravenna, che batte 3-1 la Correggese e si porta a -3, non il Lentigione, che pareggia 2-2 a Prato.

IL DOPOGARA

LE PAGELLE DI NICOLA STRAZZACAPA

VOTA IL MIGLIOR BIANCOROSSO IN CAMPO