Indietro
sabato 28 maggio 2022
menu
Campionato Sammarinese

Murata, Carlo Valentini: "Il gol al 95', una scarica di adrenalina"

In foto: Il gol di Valentini
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
gio 3 feb 2022 11:18 ~ ultimo agg. 11:20
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il Murata, scampato il pericolo del ko contro il Tre Penne con il pareggio riacciuffato in extremis (1-1), guarda alla prossima serie di partite in cui è chiamato a dare la spallata alla sua classifica. Sabato comincia la serie con il Fiorentino (si gioca alle ore 18 a Montecchio), a seguire il calendario propone Libertas, Cosmos, Cailungo e Juvenes Dogana.

“La più difficile sulla carta è la partita contro la Libertas, una delle big che si è rafforzata sul mercato, le altre sfide sono contro avversari che sono alle spalle e che dovremo cercare di battere per mettere fieno in cascina e vivere con maggiore tranquillità i numerosi impegni ravvicinati che ci aspettano” dice Carlo Valentini, l’autore del pareggio in rimonta contro il Tre Penne, poco prima dello scadere. Per lui si tratta della seconda marcatura stagionale.

“Comuniello, dopo un bel recupero di Genghini sulla corsia mancina, mi ha servito sull’altro fronte – ricorda Valentini – ho anticipato il difensore, poi ho stoppato la palla di petto e accentrandomi ho calciato d’esterno destro. La palla seppur lentamente si è infilata in porta. Sembrava non volesse superare mai la linea bianca. Quando lo ha fatto sono esploso di gioia, in tribuna ci sono sempre amici e volevo condividere con loro la mia felicità. Spero di segnare ancora: almeno quattro, cinque reti a stagione li trovo sempre”.

È più la soddisfazione o il rammarico di non aver vinto in undici contro nove?
“Per come si era messa la partita, cioè in svantaggio pur avendo due giocatori in più per la doppia espulsione di Ceccaroli e Badalassi, va bene così. Alla vigilia avremmo firmato il pareggio. Guardando il bicchiere mezzo vuoto, invece, avremmo potuto vincere. Il secondo rosso, con un stop prolungato di alcuni minuti, ci ha come bloccato. Abbiamo perso il ritmo. Il gol subito è stato una mazzata, ci ha tolto energie. Poi abbiamo trovato il bandolo giusto, cioè abbiamo sfruttato di più e meglio il gioco sulle fasce creando superiorità numerica e dai e dai è venuta la meritata rete del pareggio. Tenete conto che Bruma ha colpito un palo, non ci è stato dato un rigore, abbiamo avuto due, tre occasioni pulite. Insomma la prestazione c’è stata”.

Ora il Fiorentino.
“È una partita che dobbiamo cercare di vincere. L’avversario seppur insidioso e di valore, è comunque alle nostre spalle e dobbiamo cercare di scavare un solco ancora più profondo (ora è a -4). L’obiettivo è consolidare la ottava posizione cercando di fare se possibile un piccolo salto: la posizione di classifica che ci rispecchia del resto oscilla tra la settima alla nona piazza. Poi ci saranno i playoff e vedremo che cosa riusciremo a combinare”.