Indietro
mercoledì 25 maggio 2022
menu
Campionato Sammarinese

Murata, Albani: "Con la Juvenes fondamentale vincere in chiave playoff"

In foto: Il team manager della SS Murata, Andrea Albani
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 25 feb 2022 10:49 ~ ultimo agg. 10:59
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

È una sfida molto importante quella di domenica per il Murata. Allo stadio di Fiorentino (ore 15), infatti, affronta la Juvenes Dogana, penultima in classifica con dieci punti. È una partita assolutamente da vincere per allungare in vantaggio sul Cailungo, terzultimo, l’ultima delle tre squadre in questo momento fuori dai playoff ma ritornato prepotentemente in corsa per l’over season: è distanziato solo sei lunghezze (15 punti) dalla squadra di Achille Fabbri.

Nicola Albani, lei è il team manager del Murata. Come si vive questo momento all’interno dello spogliatoio?
“Con molta serenità. Abbiamo delle difficoltà legate alla rosa ristretta, agli infortuni, alle squalifiche e quant’altro. Domenica oltre ai difensori Genghini e Carlini non potremo ancora disporre di Fall rientrato in Senegal dopo la morte del fratello e che ritornerà nella prima decade di marzo. Tre pedine importanti. Non è un momento fortunato, ma la squadra è viva e lo ha dimostrato nella partita contro il Cosmos e contro il Cailungo che sta mordendo il freno per rientrare in corsa”.

Su chi deve fare la corsa il Murata per mettere al sicuro i playoff?
“Siamo a pari punti del Domagnano, alle spalle a tre lunghezze c’è il San Giovanni che ha una partita in meno e, come detto, il Cailungo a sei punti. Le vittorie di queste tre squadre nel turno di metà settimana hanno reso più difficile il nostro compito a testimonianza del grande equilibrio di questo campionato assai competitivo, specialmente dopo il mercato di gennaio che ha permesso ad alcuni club di alzare l’asticella. Noi dobbiamo fare conto solo su noi stessi, sulle nostre forze. Guardiamo in casa nostra e basta, pensiamo una partita alla volta e a come sfruttare al meglio le nostre risorse. Ad esempio, contro la Juvenes Dogana dobbiamo far fruttare la maggiore freschezza data dal riposo nel turno settimanale e le armi del nostro attacco opposto ad una difesa che ha subito 43 gol: in fase offensiva bisogna essere più determinati, più cattivi. Quando c’è la palla buona bisogna buttarla dentro. Con Bernardi, Bruma e Comuniello possiamo fare male”.

Per fare gruppo giovedì sera squadra, staff e dirigenti si sono ritrovati storico punto di ritrovo del club – la pizzeria Da Walter e Lella del noto pilota di rally Jader Vagnini – per fare gruppo e dimostrare l’unità di intenti che caratterizza il club da inizio stagione. “La squadra è concentrata, il nostro obiettivo è il traguardo dei playoff – chiude Albani – e siamo fortemente determinati a raggiungerlo per poi giocarci la seconda parte di stagione con la spensieratezza di chi non ha nulla da perdere”. Ma ora testa alla Juvenes Dogana.