Indietro
menu
tragedia sfiorata

Il gestore del Jolly: "Quel ragazzino si è buttato di sotto volontariamente"

In foto: repertorio
di Lamberto Abbati   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mar 15 feb 2022 16:13 ~ ultimo agg. 16 feb 08:50
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

“Quel ragazzino non è caduto, si è lanciato volontariamente di sotto”. Francesco Pula, gestore della discoteca Jolly di Novafeltria, conferma che quanto accaduto sabato notte all’interno del suo locale non va catalogato come incidente, bensì come un gesto volontario (vedi notizia). In pratica il 17enne toscano, che stava trascorrendo la serata al Jolly Disco insieme a un gruppo di amici, ad un certo punto “ha volontariamente scavalcato la balaustra del primo piano, lanciandosi di sotto, sopra i divanetti”. A confermare questa ricostruzione le registrazioni delle telecamere a circuito chiuso installate nel locale. 

“Ho letto versioni contrastanti sul triste episodio di sabato – dice Pula – ma ciò che hanno documentato le telecamere è chiaro ed incontrovertibile: il ragazzo si è dapprima avvicinato alla ringhiera, poi, con un balzo felino, si è gettato di sotto, da solo e senza l’interazione di alcuno. Ad oggi rimangono del tutto ignoti i motivi del gesto”. Che, fortunatamente, non ha avuto conseguenze tragiche per il minorenne, ora ricoverato all’ospedale Bufalini per un trauma facciale e la frattura di un polso. Le sue condizioni però sono buone e presto potrebbe essere dimesso. “Lo staff – racconta il gestore – ha immediatamente prestato i primi soccorsi e fatto evacuare il locale in attesa dell’intervento del personale sanitario”.

L’auspicio del di Pula è di “non dover assistere a nuovi episodi del genere e di mantenere quello spirito di sano divertimento che ha accompagnato da 20 anni a questa parte le nuove generazioni che si sono succedute nella frequentazione del Jolly”.

Altre notizie
di Redazione
di Redazione
FOTO