Indietro
menu
Il segretario fa il punto

Elezioni Riccione. Sacchetti (Pd): unità imprescindibile per unire città

In foto: Filippo Sacchetti
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
dom 20 feb 2022 13:36 ~ ultimo agg. 13:37
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

“Un progetto alternativo al centro destra e all’attuale amministrazione attraverso una unione programmatica, condivisa dalle forze del centrosinistra e da un civismo fortemente radicato nel tessuto socio economico riccionese.” Il segretario provinciale del Partito Democratico Filippo Sacchetti fa il punto sulla coalizione di centro sinistra in vista delle prossime amministrative a Riccione. Un intervento che arriva al termine di una settimana in cui Riccione Civica ha abbandonato il tavolo e il dottor Luca Garulli ha declinato la proposta di presentarsi come candidato sindaco (vedi notizia). “Proseguiamo uniti (condizione imprescindibile per la coalizione al fine di unire la città) nella ricerca della sintesi più forte per rappresentare il progetto della Riccione di domani” conclude Sacchetti.

Le riflessioni di Filippo Sacchetti (PD)

A Riccione abbiamo scelto di percorrere una strada precisa: costruire un progetto alternativo al centro destra e all’attuale amministrazione attraverso una preparata e determinata unione programmatica, condivisa dalle forze del centrosinistra e da un civismo fortemente radicato nella vita e nel tessuto socio economico riccionese.
Un progetto per fare di più, fare meglio.
Perché Riccione merita di più.
Una strada che merita di essere percorsa fino in fondo, per i riccionesi e per creare nuove opportunità con politiche territoriali aperte e orientate assieme a ottenere il massimo dei risultati. E cioè una nuova, trasparente e più condivisa fase dello sviluppo della città, agganciando una ripresa che dovrà vedere Riccione protagonista sul piano nazionale e internazionale. Il pnrr, la ripresa post covid, i primi 100 anni della città (che non devono essere solo un traguardo della storia ma il necessario trampolino per il futuro), sono elementi che stimolano a ricercare dentro un campo largo, aperto, rinnovato, la migliore e più concreta visione del presente e del futuro e la migliore candidatura capace di alimentarla e interpretarla. Grazie a Luca Garulli per le sue riflessioni e il suo contributo, per non essersi tirato indietro di fronte alla sfida di un cambiamento possibile, anzi necessario. Proseguiamo uniti (condizione imprescindibile per la coalizione al fine di unire la città) nella ricerca della sintesi più forte per rappresentare il progetto della Riccione di domani.
Aperta, inclusiva, sicura. Sulla stessa strada che abbiamo insieme scelto di intraprendere“.