Indietro
menu
dal 28 febbraio

Due nuove corse per pendolari tra Bologna e la Romagna, con risparmio di 20 minuti

In foto: un treno rock in mostra a Rimini
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 2 feb 2022 13:37
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Due nuove corse veloci tra la Romagna e Bologna per agevolare i pendolari. Dal 28 febbraio, dal lunedì a venerdì, Regione e Trenitalia attivano un nuovo treno Rock a due piani, che grazie alla velocità (160km/h) e alla riduzione delle fermate  consentirà una riduzione dei tempi di viaggio di circa 20 minuti, rispetto all’offerta già disponibile.

Il nuovo convoglio partirà da Cattolica alle 6.27 per arrivare a Bologna alle 7.57. Il treno fermerà a Misano Adriatico (6.32), Riccione (6.36), Rimini (6.44), Cesena (7.02), Forlì (7.14) e Faenza (7.24). Saliranno così a dieci i treni provenienti dalla Romagna in arrivo a Bologna centrale fra le 6.47 e le 9.05 del mattino. Per il rientro si partirà da Bologna Centrale alle 18.12 con arrivo a Cattolica alle 19.45 e fermate a Faenza (18.40), Forlì (18.50), Cesena (19.03), Rimini (19.25), Riccione (19.35) e Misano Adriatico (19.39). Il nuovo treno potenzierà l’offerta di rientro grazie a una partenza intermedia fra quelle, già disponibili delle 17.34 e 18.34.

I nuovi servizi saranno acquistabili a breve sui canali di vendita di Trenitalia Tper e Trenitalia. Per l’estate sono, invece, in arrivo altri due treni rock, così da soddisfare anche le richieste del settore turistico.

Prosegue l’impegno della Regione per una mobilità sempre più sostenibile – afferma l’assessore alle Infrastrutture e Trasporti, Andrea Corsini-. Grazie al contratto di servizio con Trenitalia Tper siamo infatti pronti ad aumentare l’offerta per i pendolari che ogni giorno scelgono il treno per il tragitto casa-lavoro-scuola, rispettando l’ambiente. Le nuove corse renderanno ancora più competitiva la scelta del treno rispetto all’auto. Anche così cerchiamo di dare una risposta positiva ed ecologica alla ripartenza post-pandemica. Una scelta che guarda al futuro e alla stagione estiva, quando l’arrivo di nuovi treni Rock tra Bologna e la Romagna sosterrà in modo concreto anche il nostro turismo”.

Con l’arrivo dei nuovi treni e grazie al contratto di servizio con la Regione Emilia-Romagna – spiega l’amministratore delegato di Trenitalia Tper, Alessandro Tullio si stanno creando le condizioni per un servizio sempre più a misura dei nostri viaggiatori. La risalita dei contagi dei mesi scorsi ha rallentato una ripresa che, fino a novembre scorso, era in graduale ricrescita. Confidiamo in una inversione di tendenza e stiamo preparando la programmazione per l’estate quando, grazie anche all’arrivo di due nuovi treni Rock da 1200 posti, potremo continuare a portare in vacanza con comodità e in sicurezza tutti coloro che preferiranno il treno all’auto per il proprio viaggio“.