Indietro
menu
il grido d'allarme

Concessioni balneari, Granelli (Confartigianato): "Così si cancellano anni di investimenti"

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
sab 26 feb 2022 19:18 ~ ultimo agg. 27 feb 08:20
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

“L’emendamento presentato dal Governo al DDL Concorrenza in materia di concessioni balneari tradisce quanto era stato definito nel confronto tra le forze politiche e le categorie interessate. Con l’eliminazione dei criteri di ristoro equi e commisurati al reale valore degli stabilimenti, si cancellano anni di investimenti effettuarti dagli attuali concessionari per l’ammodernamento e l’efficientamento delle strutture, azzerando l’importante valore aggiunto creato dalle imprese balneari sulle concessioni demaniali nel nostro litorale”.

E’ quanto sottolinea il presidente di Confartigianato Marco Granelli il quale, nell’esprimere la preoccupazione delle micro e piccole imprese del settore balneare, si dice convinto che in Parlamento potrà essere ritrovato l’equilibrio necessario a garantire la concorrenza senza penalizzare gli imprenditori”.