Indietro
menu
disposta l'autopsia

Cadavere in acqua all'altezza del Bagno 68, è un 37enne

In foto: la Capitaneria di porto di fronte al Bagno 68
di Lamberto Abbati   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
gio 3 feb 2022 15:30 ~ ultimo agg. 4 feb 11:25
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Stava passeggiando sulla battigia all’altezza del Bagno 68 quando si è accorto della presenza di un corpo che galleggiava in mare, a pochi metri dalla riva. Questa mattina, intorno alle 10.45, la Capitaneria di Porto è intervenuta sulla spiaggia di Rimini, insieme ai sanitari del 118, dopo la segnalazione di un cadavere in acqua da parte di un passante.

La vittima è un 37enne di nazionalità ceca. Indosso aveva solo un paio di slip. I suoi vestiti e i suoi oggetti personali, insieme ai documenti, contenuti all’interno di uno zaino, erano adagiati sulla battigia. Il personale medico non ha potuto fare altro che constatarne il decesso. Da una prima ispezione cadaverica sul suo corpo non sono emersi segni di violenza. La morte quindi sarebbe riconducibile ad annegamento.

Il pubblico ministero di turno ha disposto la rimozione del cadavere e il successivo trasferimento in obitorio. Sulla salma verrà effettuata l’autopsia. Gli inquirenti al momento ipotizzano che il 37enne possa essere entrato in acqua per un bagno fuori stagione. Se sia stato vittima di un malore improvviso lo stabilirà l’esame autoptico. Lo straniero, forse un senza tetto di passaggio a Rimini, era incensurato.